Grottaglie e fondi PNRR, sarà costruito un Nuovo Asilo Nido per 100 bimbi. 3 milioni di euro. Sindaco: “Il meglio per i nostri bambini”

1678
Pubblicità in concessione a Google

“Il Comune di Grottaglie è risultato beneficiario del finanziamento nell’ambito della misura PNRR “Missione Istruzione e Ricerca”, per un importo pari a 2.842.820,00, finalizzato alla nuova costruzione di un asilo nido comunale. A marzo 2022, l’amministrazione della città di Grottaglie ha formalizzato la propria candidatura inviando la documentazione richiesta dal bando.

Pubblicità in concessione a Google

La candidatura riguarda la realizzazione di un nuovo edificio da destinarsi ad asilo nido per un numero massimo di 100 bambini su un’area di proprietà dell’amministrazione che ricade all’interno di uno dei piani di lottizzazione in zona C1 nei pressi di via Rodari.”

A darne comunicazione è Giovanni Blasi, assessore all’urbanistica e lavori pubblici.

“Questo andrà a sommarsi ai due già esistenti in modo da contribuire a soddisfare le notevoli richieste e necessità dell’utenza pubblica. 

L’area di intervento, individuata per la realizzazione del nuovo asilo nido nella città di Grottaglie, è sita tra via Mattarella e via Rodari prima e seconda traversa, ricade all’interno di proprietà comunali inserite in un nuovo insediamento residenziale in corso di realizzazione, ma in gran parte già edificato.  

Nello stesso contesto insiste l’area della “zona 167 Bis” destinata a edilizia residenziale pubblica, già oggetto di recente finanziamento pubblico regionale per la riqualificazione degli spazi esterni in fase aggiudicazione dei lavori. 

Il nuovo Asilo Nido risponderà alle vigenti normative su dimensioni e spazi funzionali esterni ed interni e ai contemporanei principi di sostenibilità edilizia ed ambientale. “

Continua Blasi.

“Il concept architettonico del nuovo asilo proposto in linee generali in fase di candidatura ha voluto descrivere uno spazio che ponesse il bambino al centro di tutto.  

Spazi modulari fluidi e integrati, che possano rispondere a contesti educativi, ricreativi e funzionali diversi. Uno spazio che abbraccia e protegge il bambino al suo interno attraverso forme morbide, ma che si apre verso un esterno dotato di verde e attrezzature ludiche per poter godere di attività all’aperto a contatto con la natura in un contesto protetto e sicuro. 

Gli spazi dedicate alle aule del nido che si sviluppano attorno ad un ampio spazio intermedio comune dove svolgere attività in cui si possano relazionare i bambini ma anche le figure professionali che ci opereranno all’interno di un sistema di arredi e giochi flessibili a seconda delle varie occasioni. 

L’edificio si vuole concepire come anche innovativo e per farlo è necessario che esso non solo sia costruito con materiali ecocompatibili e che produca la minor quantità di CO2 nel corso degli anni, ma che soprattutto il suo impatto sul territorio sia il più sostenibile possibile. Pertanto, si intende progettarlo secondo criteri basati sull’utilizzo di materiali naturali o riciclati come acciaio e legno per le strutture, prevedere un tetto verde e tecnologico che contenga il fotovoltaico.  

L’elevata coibentazione e la corretta distribuzione delle superfici vetrate consentiranno di ottimizzare i fabbisogni energetici, unitamente a impianti meccanici di impianti meccanici di ricambio d’aria e ventilazione di cui si dovrà ridurre al minimo il loro utilizzo, visto il più che preoccupante momento storico, ma anche per modificare le cattive abitudini in materia di consumi energetici. 

Ad oggi è stata firmato l’accordo di concessione del finanziamento. Il prossimo passo sarà quello di accertare in entrata di bilancio delle somme e immediatamente sarà possibile indire la gara per l’affidamento della progettazione esecutiva al termine della quale sarà indetta la gara per l’esecuzione dei lavori.”  

Scrive l’assessore grottagliese.

“Un’altra azione concreta dell’amministrazione D’Alò, in linea con le programmazioni generali della stessa e delle misure nazionali ed europee che creano le opportunità di migliorare la vivibilità e la qualità della nostra Città e di suoi abitanti, quando poi si tratta di bambini come in questo caso, la gioia di poter contribuire è più che doppia. “

Conclude Giovanni Blasi, assessore all’urbanistica e lavori pubblici.

 

Pubblicità in concessione a Google