Grottaglie, Serio: “Chiarimenti sulla linea politica di Articolo Uno”

Ulteriori chiarimenti sulla linea politica del partito

1069

Alla luce del comunicato stampa del consigliere Donatelli, si rende necessario dover fornire ulteriori chiarimenti sulla linea politica del partito, nonostante le chiare e nette dichiarazioni ufficiali rilasciate nella seduta del consiglio comunale dello scorso 4 maggio.

E’ quanto comunica Il Segretario Provinciale di Articolo Uno Taranto, Massimo Serio, in una nota ai media.  “Il gruppo consiliare ha svolto in questi anni, nell’interesse della città e della comunità, il ruolo di opposizione sempre con spirito costruttivo e con senso di responsabilità, mai con strumentalizzazioni e speculazioni politiche, ma con attività che hanno prodotto una moltitudine di proposte, interrogazioni, interpellanze, mozioni ed emendamenti che, ad onor del vero, quasi mai sono stati presi in considerazione dall’attuale maggioranza, né tantomeno dal resto dell’opposizione.”

La formazione politica che ci caratterizza ci ha sempre portato ad affrontare le argomentazioni politico-amministrative con onestà intellettuale, in modo tale che, a fronte di una discussione e di un confronto, si elaborasse sempre e comunque una sintesi. Anche l’approccio alla discussione degli argomenti all’odg dello scorso consiglio comunale ha avuto la stessa dinamica. – prosegue Serio –  Difatti il gruppo aveva deciso di votare a favore la delibera sulla “ Casa di Riposo RSSA” a seguito degli approfondimenti normativi effettuati e degli emendamenti da noi prodotti e accolti in sede di commissione consiliare. Tale decisione di voto scaturiva dalla valutazione positiva di chiusura di un progetto iniziato con la scorsa Amministrazione Alabrese nel 2015Il gruppo altresì aveva deciso di denunciare fortemente la mancata scelta di portare all’odg dei lavori del consiglio comunale la nostra Mozione sull’IMU dei comparti “C” optando un nostro voto favorevole sulla singola voce IMU dell’emendamento del resto dell’opposizione, se la votazione fosse stata fatta sui singoli punti e non sull’intero emendamento. Sul punto relativo al Bilancio il gruppo aveva deciso unanimemente che mai si sarebbe valutata una scelta di voto favorevole, ma che si sarebbe attesa la discussione di merito e la relazione del Sindaco, alla luce della drammatica fase in cui la nazione, gli enti locali e i cittadini si trovano dovuta alla pandemia da Covid-19, per elaborare una decisione.”

Lo svolgimento dei lavori è sotto gli occhi di tutti e ci sono i verbali. Purtroppo abbiamo registrato subito un inatteso cambio di decisione del capogruppo sulla delibera sulla Casa di Riposo, che ha generato una sospensione dei lavori, durante i quali nonostante le argomentazioni pretestuose e prive di fondamento, e pur nella situazione di minoranza in cui si trovava, abbiamo concordato, per non compromettere l’unità del partito, di concedere il via libero al contrordine proposto da Donatelli.  – spiega il Segretario – Sul voto riguardante il bilancio abbiamo ritenuto come dichiarato ufficialmente, di non esprimere un voto di merito rispetto allo strumento economico finanziario redatto dalla maggioranza. Ma stante il momento drammatico attuale e con i potenziali scenari catastrofici futuri, in caso di peggioramento degli effetti della crisi sanitaria, sociale ed economica generata dalla pandemia da Covid-19, di raccogliere l’invito lanciato dal Sindaco di assumersi tutti quanti assieme una fetta di responsabilità, ed in funzione dei ruoli rivestiti attualmente, di contribuire a trascinare il paese fuori da questa spaventosa crisi. Pertanto come d’altronde hanno fatto altri 2 consiglieri di opposizione abbiamo optato per un neutrale voto di astensione che di fatti non ha influito sull’esito della votazione finale. In tutto questo il consigliere Donatelli ha preferito, contravvenendo allo spirito politico e partitico che ci accumuna e al ruolo che riveste, di affrontare qualsivoglia discussione per favorire una sintesi, preferendo abbandonare e sottraendosi alle proprie responsabilità di capogruppo.”

Il nostro partito anche a livello nazionale ha compiuto la scelta di assumersi la propria fetta di responsabilità favorendo anzi una più ampia solidarietà in questo momento mai così necessaria. – commenta Serio – Scelta che avremmo compiuto anche se il quadro politico fosse stato differente. Il partito di Articolo Uno è nato un paio di anni fa, con l’unico obiettivo di favorire una ricomposizione del quadro politico progressista e riformista italiano, attraverso una nuova “Costituente” capace di elaborare una nuova proposta e costruire una nuova casa al popolo della sinistra italiana. Anche il Partito di Grottaglie ha tentato di svolgere questo ruolo nella nostra piccola comunità con l’iniziativa dell’agosto 2019 e la costituzione di un Tavolo del centrosinistra locale preposto ad elaborare una profonda discussione che generi una nuova proposta.”

“Pertanto riteniamo necessario aprire una nuova stagione, perché al netto del coronavirus, il mondo è mutato, non si può più pensare di andare avanti con i vecchi schemi della politica. Siamo davanti salto epocale che ciclicamente la storia ci sottopone ed ognuno non può più fare finta che nulla stia accadendo trincerandosi dietro posizioni convenienti frutto di rendite passate.” conclude la nota.