I social, per molti, sono diventati il termometro dell’opinione pubblica. Per altri invece stilizzano solo il parere di alcuni, considerando che non tutti amano esprimere le proprie opinioni sul web, nonostante l’utilizzo di questo strumento.

Capita quindi, ormai di frequente, che a determinate scelte, cambi di passi, nuove alternative, si registrino commenti di chi è a favore o di chi è contro, il più delle volte sostenuti da roboanti pareri soggettivi che hanno l’imposizione dell’oggettività presunta. Non è sfuggita a questa sorta di tribunale la scelta della nuova Amministrazione di Grottaglie di chiudere completamente al traffico veicolare, per la sera del sabato e per tutta la giornata della domenica e dei giorni festivi, la piazza principale del centro storico, quella che fa da sfondo alla Chiesa Matrice, a due passi dal Palazzo Comunale. Su facebook in molti hanno commentato questa scelta. Mentre da una parte c’è chi sostiene e accoglie di buon grado questa sperimentazione di zona a traffico limitato (seppur circoscritta sia come porzione di territorio che come giorni di divieto), dall’altra c’è chi invece la reputa errata motivando il proprio parere.

Sei d’accordo sulla chiusura al traffico di Piazza Regina Margherita a Grottaglie?

[poll id=1]

Chi è a favore sostiene che i vantaggi sono diversi: uso meno intenso della pavimentazione a chianche da parte di gomme e pneumatici, aria più respirabile, facilità di passaggio a piedi, possibilità di interazione e socializzazione nella piazza senza intralci di auto, condizioni migliori per lo sviluppo della movida, educazione alla mobilità pedonale, valorizzazione del patrimonio storico.

Chi è contrario sostiene che gli svantaggi sono di varia natura: limite imposto solo ad una piccola porzione, aumento del traffico nel resto del centro storico (ove il divieto non è stato imposto), difficoltà per gli anziani o per chi fa fatica a camminare a raggiungere la Chiesa Matrice, condizioni peggiorative per lo sviluppo della movida, cittadini residenti che rivendicano il diritto alla tranquillità.

I cittadini hanno preso d’assalto la bacheca dell’ufficio stampa del Sindaco, chi sostiene che il provvedimento è vantaggioso, e chi lo ritiene non consono. E tu come la pensi? Esprimi la tua opinione nel nostro gruppo su Facebook