“Lo scorso 10 luglio come è noto la nostra città è stata interessata da eventi atmosferici avversi, tromba d’aria e forti venti, unite a copiose precipitazioni atmosferiche che hanno causato ingenti danni alle infrastrutture pubbliche e private ubicate nel centro urbano oltre a considerevoli danni alle infrastrutture (teli per la copertura dei vigneti da tavola) delle aziende agricole ubicate nel territorio comunale.

In particolare, il patrimonio arboreo cittadino è stato fortemente danneggiato dalle predette condizioni metereologiche avverse e nello specifico si sono registrati diversi allettamenti e schianti di alberi di pino.

In via Partigiani Caduti, in particolare, si è ripetuto lo stesso identico fenomeno già verificatosi nel mese di agosto del 2018 che registrò lo schianto e l’allettamento di sei pini, benchè gli alberi mostrassero una morfologia regolare ed esenti da fisiopatologie.
Da una attenta valutazione delle ragioni che hanno provocato gli schianti del 10 luglio è emerso che l’apparato radicale primario dei pini schiantati era pressochè marcito e la sottostante buca che ospitava l’albero era intrisa di acqua”.

E’ quanto premette Ciro D’Alò, sindaco di Grottaglie, intervenendo a margine dell’annuncio di questa mattina della ordinanza sull’espianto di circa 70 alberi di pino a Grottaglie e rispondendeno alle accuse e alle critiche mosse sui social.

La strada sarà quindi chiusa in via straordinaria per permettere l’esecuzione di lavori di espianto alberi dalle ore 06:00 alle ore 16:00 dei giorni 6, 7, ed 8 Agosto 2019.

A tal proposito è quindi istituito il DIVIETO di TRANSITO e di SOSTA, con rimozione coatta, per tutti i veicoli, dalle ore 06:00 alle ore 16:00 dei giorni 6, 7, ed 8 Agosto 2019 in Via Partigiani Caduti, nel tratto compreso tra Piazza 4 Novembre e Viale della Stazione.

“Dalla relazione del dirigente del settore, oltretutto con qualifica di perito agrario, si rileva che gli altri pini in quella stessa via che hanno un’ altezza sino a 12 metri dal piano di calpestio, si trovano nelle medesime condizioni di quelli già schiantati in quanto la zona che li ospita si caratterizza per la presenza di falde freatiche superficiali.

In qualità di Sindaco, considerando anche la portata degli ultimi fenomeni atmosferici, ho ritenuto opportuno quanto immediatamente necessario procedere all’immeditato abbattimento degli alberi di pino situazioni nella via Partigiani Caduti e al successivo ripristino del viale alberato con altra specie alborea di taglia più contenuta e soprattutto compatibile con il sottostante terreno. Tutto questo è perfettamente spiegato nella delibera di approvazione dell’espianto e successivo ripristino del viale alberato.”

Aggiunge D’Alò.

“Dispiace che alcuni non tengano a cuore la sicurezza dei cittadini e di tutti gli avventori della stessa strada considerata arteria principale di entrata ed uscita della città. Basterebbe leggere ed informarsi sui provvedimenti che sono tutti pubblicati sul sito del Comune di Grottaglie o comunque chiedere informazioni al Sindaco, giunta, consiglieri e responsabile di settore. Non siamo mai stati “abbattitori seriali” ma tra sicurezza dei cittadini e “bellezza” sceglieremo sempre la prima.

Gli strumenti ci sono tutti, utilizziamoli perché la polemica inutile non ci è mai piaciuta né tantomeno le azioni che cercano di rallentare il lavoro di questa amministrazione.”

Conclude il sindaco di Grottaglie.

Pini delle scuole Don Bosco e Savarra da abbattere

L’evento atmosferico avverso inoltre, ha causato danni della stessa natura all’interno della scuola Elementare Don Bosco e all’interno del Campus scolastisco Savarra, che impone l’obbligo di attivare le stesse misure la sensibilità dei luoghi.

Questi i Pini che verranno abbattuti a Grottaglie