La proposta di istituire un mercato settimanale dedicato alla frutta e verdura nella zona 167 bis, nei pressi dell’anfiteatro, sta tenendo banco nelle ultime ore. Uno scontro acceso tra l’opposizione e il Sindaco alimenta le cronache politiche cittadine.

Nei giorni scorsi otto consiglieri comunali, Francesco Donatelli, Massimo Serio, Aurelio Marangella (Articolo 1 MDP), Ciro Gianfreda (Forza Italia), Michele Santoro, Anna Cabino (COR), Antonella Russo (Grottaglie Prima di Tutto), Loreto Danese (Volare Alto), hanno presentato una mozione in Consiglio Comunale per l’istituzione del mercato settimanale di frutta e verdura individuato su Largo Walter Chiari, nell’area prospiciente l’Anfiteatro Angelo Fago, tra Via Raffaele D’Addario e Via Pier Paolo Pasolini.

La richiesta è stata portata alla discussione del Consiglio Comunale e il Sindaco ha respinto la proposta motivando la sua scelta evidenziando come, riguardo a questo tipo di commercio, l’Amministrazione abbia già intrapreso una linea e una scelta che si basa fondamentalmente su tre punti: rilancio delle attività sul mercato sito nella Piazza di via Delle Torri (compresa la nuova viabilità, il disco orario per i parcheggi), il controllo sull’ambulantato (che controlla anche lo stazionamento dei carretti) e l’investimento nella ristrutturazione del mercato della Piazza sita nella zona Campitelli.

Pronti 270 mila euro per il Restyling della Piazza Mercato di via Campitelli a Grottaglie

“Difendiamo il commercio locale che deve restare l’anima della nostra città tutelando i negozianti e scoraggiando chi potrebbe danneggiarli con una concorrenza “sleale” sui prezzi a discapito della qualità del prodotto”, ha dichiarato D’Alò.

Ambulantato irregolare, i vigili di Grottaglie sequestrano 80 kg di merce

Il Sindaco ha evidenziato come l’Amministrazione sia contraria ad avanzare sperimentazioni del tipo “proviamo a vedere come va”, nonostante la stessa sia favorevole a cercare di offrire nuovi servizi ai cittadini di Grottaglie.

Nello specifico inoltre Ciro D’Alò ha evidenziato come la zona proposta sia, da un punto di vista urbanistico, poco propensa ad ospitare un mercato. A tal proposito il Sindaco ha citato le difficoltà oggettive che si incontrano nella zona durante le attività inerenti la festa di San Ciro. Rispondendo negativamente quindi alla mozione avanzata dagli otto consiglieri di opposizione D’Alò ha rimarcato le notevoli difficoltà che questo quartiere ha e che per le quali l’Amministrazione sta intervenendo.