“Le forze politiche del centro-destra grottagliese si sono incontrate per concertare una azione politica congiunta per la Città.

Al centro dell’incontro il fallimento dell’azione amministrativa dell’attuale maggioranza e le iniziative intraprese da essa in tema di ambiente, opere pubbliche e tassazione. Durante l’incontro si è decisa la volontà di sostenere con azioni politiche locali, regionali e nazionali, attraverso il coinvolgimento dei propri referenti in Consiglio Regionale ed in Parlamento, il comitato Critic e tutti i proprietari dei terreni ricadenti nel comparto C. Certi che ormai la vicenda sia andata oltre la mera questione impositiva ed abbia raggiunto le connotazioni di una grave emergenza sociale.”

E’ quanto comunicano in una nota il gruppo dei partiti e movimenti politici di centro destra a Grottaglie.

Situazione Comparto C

“Si è inoltre deciso di inviare una lettera a sua Eccellenza il Prefetto di Taranto, Demetrio Martino, perché rinnovi l’invito, già formulato da sua Eccellenza il Prefetto Antonia Bellomo ed inascoltato, al Signor Sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò e al Presidente del Comitato Critic, Ciro Lenti, per un incontro presso la Prefettura di Taranto, perché da esso possa scaturire una equa soluzione al problema che attanaglia le famiglie del Comparto C.  

Una sana e responsabile amministrazione non può ignorare le condizioni di disagio psicologico ed anche economico in cui, a causa della cosiddetta IMU pazza, versano circa 100 famiglie Grottagliesi.”

E’ quanto sostiene il centro destra.

“La decisione di dare corso all’azione esecutiva da parte di questa giunta comunale, per l’esazione di un tributo che ha degli evidenti vizi di concretezza sui valori applicati, ha di fatto minato la serenità di vita dei cittadini interessati.

La sana amministrazione è chiamata a tutelare e garantire la serenità della popolazione amministrata non la sua vessazione.

La vicenda del comparto C, ha più i contorni dell’esazione medioevale, in cui il signorotto locale dava all’esattore il compito di vessare i sudditi.

Ritenendo la condizione che le famiglie coinvolte, loro malgrado, nella vicenda una vera emergenza sociale, le forze di centro-destra della città metteranno in campo ogni sforzo per far si che si giunga ad una soluzione che liberi gli interessati da questo capestro impositivo”.

La nota è rappresentata in calce da Michele Santoro – Grottaglie Prima di Tutto, Ciro Marseglia – Energie Per l’Italia, Giovanni Patronella – Lega Sud Ausonia, Orazio Antonazzo – Fratelli d’Italia, Ciro Gianfreda – Forza Italia.