“Non è vero che la politica non esiste più, ad oggi in un contesto che sembra caotico e di difficile decifrazione rispetto alle scelte politiche attuate sul territorio, si possono distinguere degli elementi abbastanza chiari che caratterizzano l’azione dei gruppi politici.

Nel caso della Provincia ionica le scelte politiche operate hanno condotto alla polverizzazione di risorse umane, ambientali ed economiche, delineando un tipo di politica che non ha tenuto conto del benessere della collettività.

Il nostro Movimento – dichiara la Segretaria Chiara Intermite – vuole essere da stimolo e porsi come elemento aggregante rispetto a tutte quelle realtà che sino ad oggi si sono occupate di colmare il vuoto creato da questa tipologia di politica, facendosi portavoce di istanze ed attuatori di progetti a lungo termine”.

Con questa premessa Sud in Movimento traccia il percorso del nuovo futuro politico che lo attende. Il movimento cresce e diventa maturo ponendo il rilancio della provincia di Taranto e la questione meridionale al centro del dibattito nazionale.

Un percorso già iniziato circa tre anni fa con il governo della città di Grottaglie, dove alla sua guida ha posto una rinnovata classe dirigente.

“Sono orgoglioso di iniziare un nuovo cammino insieme ad altre realtà presenti nella provincia ionica”, commenta il Presidente Michele Nuzzo, annunciando la nascita di questo nuovo cartello politico che vedrà insieme tre movimenti di tre diverse città: Partecipazione è Cambiamento per Taranto e Idea Comune per San Marzano.

Il manifesto politico di questo nuovo cartello è quello di “capovolgere le dinamiche attuali, unendo sia le esperienze di lotta che quelle di buon governo”.

Mercoledì scorso la presentazione ai media. Domenica 13 la prima assemblea pubblica, alle 10, presso Palazzo Ulmo in via Duomo a Taranto.

Tutto questo a pochi mesi dalle elezioni regionali in Puglia: in primavera tutti i cittadini pugliesi saranno chiamati a votare il Presidente e il nuovo Consiglio regionale.