«L’altra mattina ero al Comune di Grottaglie e sono incappato in alcuni cittadini inferociti che si lamentavano del trasporto locale di Autobus di città . In qualità di consigliere ho dovuto sorbirmi mio malgrado una lavata di testa per la incapacità amministrativa e di controllo e rispetto dei contratti da parte di questa Amministrazione Alabrese, in questo caso per il continuo disservizio degli Autobus di Citta, che secondo questi cittadini, non si fermano alle fermate e non rispettano gli orari. Inoltre le fermate sono nella maggior parte dei casi all’interno della Nostra città o non segnalate o scarsamente segnalate, mancano gli orari e le indicazione necessarie a comprendere quale circolare o linea di Autobus di città si ferma in quella via.» Lo scrive in una nota Ciro Gianfreda, Capogruppo Pdl – F.I. nel consiglio Comunale di Grottaglie.

«Una Signora – scrive ancora Gianfreda – portavoce anche delle lagnanze dell’anziano padre che, da giorni non riesce a raggiungere il cimitero per far visita ai suoi cari, mi ha invitato a prendere visione personalmente di quanto denunciato da questi cittadini.

Dopo aver accompagnato la Signora dal funzionario per far sporgere formale denuncia di questi disservizi, mi sono recato armato di macchina fotografica per la città è ho potuto constatare mio malgrado che i signori Cittadini avevano ragione.

Eppure – prosegue Gianfreda – mi chiedo, spendiamo tra fondi Comunali e Regionali oltre 100.000€ all’anno, per avere un servizio cosi inefficiente. Il Comune di Grottaglie , in esecuzione della L.R. n° 18 del 31/12/2002 denominata T.U. di disciplina dei Trasporti Pubblici Locali, con contratto Rep. n° 1242/2003 affidò il servizio di trasporto pubblico locale ad una nota ditta di trasporti pubblici locali, per la durata di anni 9 a decorrere dal 1/1/2004 e sino al 31/12/2012.

Dopo successive proroghe ( come al solito a Grottaglie non si fanno gare per riassegnare servizi o strutture pubbliche, ma solo proroghe), con determina del Settore Affari Generali e Contratto n° 107 del 10/02/2014, in forza di quanto riportato nel comma 4 dell’art. 30 della Legge Regionale n. 45/2013, il Comune di Grottaglie ha prorogato sino al 30.06.2018 il contratto di servizio del trasporto pubblico locale con la Ditta che attualmente svolge il servizio ed è concessionaria di 8 linee di trasporto pubblico urbano, rientranti in parte nei servizi minimi, di cui all’art. 36 comma 1° lett. b della L.R. 13/1999, fruenti sia di contributo regionale e, in parte nei servizi aggiuntivi richiesti e finanziati dal Comune con un contributo annuo che si aggira intorno ai 55.000€:

Le linee oggi attive – ricorda Gianfreda – sono le seguenti:
1. Circolare Sinistra Periodo scolastico, percorrenza annua 29.106 km
2. Circolare sinistra percorrenza annuale di 3402 km
3. Circolare destra, percorrenza annuale 22.246 km
4. Circolare destra, prolungamento stazione e zona cimitero, percorrenza annuale 13.075 km
5. Circolare destra estiva, percorrenza annuale 9.009 km
6. Carraro delle vacche, periodo scolastico, percorrenza annuale km 13.440

Questi dati sopra riportati sono facilmente consultabili nel Bilancio di Previsione 2013 e precedenti , obiettivo 4 – cod.A600 del Comune di Grottaglie.

Come è possibile – chiede Gianfreda – che nessuno controlli se l’assessore al ramo, Geom. Santoro, faccia rispettare il contratto di servizio?

Come mai l’Assessore e il Sindaco Alabrese non si sono mai chiesti perché i Pullman di città sono quasi sempre Vuoti?

Come mai nella maggior parte delle fermate mancano le indicazioni di quale Circolare passa per quella fermata e quali sono gli orari di arrivo e di partenza dell’autobus? Eppure basta guardare dalla sua finestra di Sindaco in via Martiri d’Ungheria difronte all’Ufficio di Collocamento per accorgersi che, la fermata dell’autobus di città non è segnalata, ma non solo, vi riporto come esempio anche altre fermate importanti in cui non sono riportate le indicazioni necessarie per capire di che tipo di circolare si tratta e quali sono gli orari di fermata : ( vi riporto per brevità solo alcune sulle tantissime distribuite sull’intera nostra città)

-Piazza IV Novembre capolinea esiste segnaletica orizzontale ma mancano orari e indicazioni sugli autobus in partenza;

-Fermata Cimitero, Stazione F.S. Ospedale difronte la farmacia, Viale G. Pignatelli civ. 29, questa fermata dovrebbe servire la scuola elementare Sant’Elia, Via Ennio (fermata liceo scientifico);

– Via Campitelli civ.56, Via Campitelli ingresso piazza coperta Nuova, Via Don Luigi Sturzo ( dovrebbe servire la omonima scuola media);

– Via De Gasperi difronte l’istituto d’Arte nelle vicinanze abita l’assessore ai trasporti.

– In Via Rodari sfioriamo il ridicolo e siamo al paradosso, la fermata è impegnata da un cassonetto dell’immondizia indifferenziata, forse per non far mancare un pò di odori e dare un servizio aggiuntivo gratis al malcapitato cittadino Grottagliese che fermo a quella fermata si chiede quando passera l’autobus e dove lo porterà?

L’elenco è lunghissimo – evidenzia Ciro Gianfreda nella sua nota – oltre l’ottanta percento delle fermate è nelle stesse condizioni, manca di segnaletica idonea a dare informazioni oppure in alcuni casi il palo con la segnaletica è completamente inesistente.

Ma non solo , in moltissime fermate la segnaletica orizzontale che indichi la fermata e il divieto di sosta per le autovetture manca del tutto, questo, voglio ricordare all’Assessore e al Sindaco Avv. Ciro Alabrese, serve al cittadino che deve prendere l’autobus in modo da non dover fare lo scalatore tra le auto in sosta vietata.

Non le sembra Caro Assessore Santoro e Sindaco Alabrese che per oltre 100.000€ all’anno di soldi Pubblici e per le tariffe del biglietto che il cittadino Grottagliese paga, meriti un servizio di trasporto pubblico locale efficiente e degno di questo nome?

C’è da dire – conclude Ciro Gianfreda – anche che con un servizio di trasporto pubblico efficiente molte persone non sarebbero costrette ad usare l’automobile per cui ci sarebbe meno inquinamento e più fruibilità nelle strade, visto anche il problema parcheggio specie al centro.

Caro Assessore e Sindaco sempre Peggio , mancanza di controllo e servizi inefficienti , invece Voi che fatte sapete solo aumentare le tasse locali (TASI, TARI) al massimo, tanto paga pantalone, Vergogna!!!»

Fermata autobus 2