Presentata dai consiglieri comunali del gruppo del Partito Democratico al Sindaco di Grottaglie una interrogazione urgente con richiesta di risposta scritta.

Da qualche giorno – si legge nella interrogazione – è stato avviato il servizio di pulizia delle strade che coinvolge, oltre al Settore delle Gestioni Dirette, anche quello della Polizia Municipale in quanto è prevista, nelle aree interessate, la necessità di apporre la relativa segnaletica e il successivo controllo da parte del Corpo di P.M..
Pur apprezzando lo sforzo finalizzato a migliorare la pulizia delle strade è semplice constatare che tale servizio non sta producendo i risultati sperati, ma soprattutto sta esponendo il personale, operatori ecologici e vigili urbani a ingenerose critiche da parte della cittadinanza causato dal pressapochismo con cui è stato concepito il nuovo sistema.
Infatti l’apposizione della segnaletica, con materiale non plastificato e collocato in tempi non sufficienti (almeno 48 ore prima) non garantisce l’efficacia dell’intervento generando confusione negli operatori e nei cittadini. Ma soprattutto, data la scarsa dotazione organica dei vigili urbani, sta provocando altre disfunzioni come quello di non garantire il servizio davanti alle scuole per cui sono numerosi i genitori che lamentano una limitata sicurezza degli alunni all’entrata dei plessi scolastici dovuta alla presenza di un traffico caotico e senza controlli.

La seconda questione – prosegue l’interrogazione presentata dal gruppo consiliare del Partito Democratico – è riferita all’Ordinanza n. 249 del 27 settembre 2016 del Comando di Polizia Municipale con la quale si istituisce il divieto di circolazione e sosta nel sabato sera e per l’intera giornata della domenica dal 1° ottobre 2016 al 30 giugno 2017 nella Piazza Rossano, Piazza Regina Margherita e Via Chiesa Matrice. Anche in questo caso, pur apprezzando lo spirito dell’iniziativa, non possiamo non sottolineare i riflessi negativi che comporta tale ordinanza in quanto i veicoli che transitano nel centro storico sono tutti obbligati a percorrere le Vie Ricchiuti e Bucci. In tal modo le predette strade sono percorse da un notevole traffico con conseguente aumento del disagio per i residenti e per i pedoni con relativo aumento dell’inquinamento ambientale e sonoro.

Per quanto sopra esposto – conclude l’interrogazione – i sottoscritti consiglieri chiedono di sapere come l’Amministrazione Comunale intende organizzare un più puntuale ed efficace servizio di pulizia stradale garantendo al contempo la vigilanza davanti alle scuole e se non ritiene opportuno sospendere l’efficacia dell’Ordinanza n. 249/2016 ipotizzando invece la sperimentazione per l’intero centro storico di un Regolamento di disciplina della Zona a Traffico Limitato (Z.T.L.) coinvolgendo i cittadini interessati con suggerimenti e proposte prima di essere adottato dal Consiglio Comunale.”