Hanno da poco festeggiato i loro primi dieci anni insieme. Dieci anni di impegno, di amicizia, di passione. “Svergognati”, sì, perché dalla vita hanno scelto di prendere il meglio: la leggerezza travolgente, l’allegria che contagia, le risate sincere di chi la sintonia ce l’ha dentro e, quanto ad impegno e professionalità, certamente non può più dirsi dilettante da un pezzo.

Un lavoro continuo, reso possibile da tutte le persone che gratuitamente dedicano il loro tempo alla realizzazione di spettacoli meravigliosi, curati con dettagli che solo l’amore per ciò che si fa riesce a far individuare. “I Senza Vergogna” raccolgono fondi per le più disparate cause, da sempre.

La Compagnia teatrale, lo scorso due Febbraio, ha eletto il suo nuovo Presidente, all’unanimità: Vittoria Clemente, insegnante di scuola primaria, oggi in pensione. Maestra con la maiuscola, maestra per vocazione, maestra amabilmente burbera, come quelle che nei ricordi dei propri scolari restano tutta la vita: alla voce della categoria delle fortune che ci cambiano e ci definiscono, nel libro di un percorso che per sempre sarà determinato dal suo esordio. Campana d’origine, Vittoria Clemente è tra i soci fondatori della stessa Compagnia. È stata tra le pioniere del Carnevale scolastico grottagliese e si è sempre spesa moltissimo in diverse iniziative di carattere sociale e ludico-ricreative.

Nel Teatro interpreta con competenza e naturalezza personaggi eccentrici, in grado di suscitare nello spettatore grande simpatia. Le auguriamo tutti di riuscire a lavorare al meglio e che per l’intera Compagnia si materializzi presto quel sogno nel cassetto che custodisce fin dalla nascita, ossia di avere un proprio teatro a Grottaglie.

Il musical interpretato quest’anno, “Sci Sci Sci…Bum”, ha registrato il tutto esaurito per ognuno dei quattro spettacoli andati in scena, con grande orgoglio da parte di tutti. E si torneranno sul palco del Teatro Monticello di Grottaglie, sabato14 Febbraio, alle ore 20.30, per ricreare la magia della solidarietà, ancora una volta. Torneranno, sì, per provare, nei limiti possibili, a restituire un pezzettino di speranza ad una bambina in difficoltà.

Federica è una piccola alunna dell’Istituto Comprensivo “Don Bosco”, che la vita ha voluto mettere alla prova troppo presto e troppo duramente. Federica è in un letto d’ospedale, e merita, per diritto inviolabile e sacrosanto di ogni bambino e di ogni cuore che custodisce la preziosità di una piccola vita, di ritrovare la serenità che non ha più. Per questo l’intero ricavato dello spettacolo andrà alla famiglia di questa bambina. Un messaggio importante per tutti noi, che siamo parte di questo Istituto. Un insegnamento significativo, anche, e soprattutto, per i nostri figli: perché imparino, tra i banchi di scuola, non solo a scrivere e a far di conto, ma, pure, l’altissimo valore della solidarietà. In fondo, proprio tra quei banchi e già da ora, si gioca il destino dell’umanità di domani, che noi adulti abbiamo la pesante responsabilità di rendere migliore.

L’Istituto Comprensivo “Don Bosco”, peraltro, si dissocia e condanna gli atti di spudorato sciacallaggio che si stanno purtroppo verificando nell’ambito di questa corsa alla solidarietà, da parte di soggetti estranei e non autorizzati alla raccolta di fondi.

Le prevendite dei biglietti per l’ingresso allo spettacolo del 14 Febbraio sono aperte presso “Il Fermacarte”, “Il Pennacchiotto” ed “Il Paese dei balocchi”, in Grottaglie (TA), oppure per le prenotazioni si potrà contattare il numero 3483815677.