Nell’ambito della Chiesa cattolica, l’esorcismo, fatta eccezione dell’esorcismo ordinario praticato in occasione del battesimo, è un sacramentale praticabile solo dai vescovi o da un sacerdote che abbia ottenuto il mandato dal proprio vescovo. Nel passato l’esorcistato era il terzo ministero annoverato tra gli ordini minori, ma era solo un titolo formale e fu abolito con il Concilio Vaticano II.

In occasione della festa per la Madonna del Carmine a Grottaglie GirWebTV ha incontrato Don Antonio Mattatelli, parroco della Parrocchia Santa Maria Assunta di Montemurro, in provincia di Potenza, e esorcista della diocesi di Tricarico, Matera.

Don Antonio, Presbitero diocesano, nato a Stigliano (MT) e ordinato nel 1997 a Alianello (MT), si trova a Grottaglie, su invito del padre spirituale della confraternita della Beata Vergine del Monte Carmelo, per la predica della novena dedicata alla titolare.

Nella prima parte dell’intervista ci racconta della sua conoscenza con Monsignor Salvatore Ligorio e di esser già stato a Grottaglie subito dopo l’ordinazione, quando Sua Eccellenza era Vescovo di Tricarico. Nella seconda parte ci parla del diavolo, della presenza in mezzo a noi e del sua missione di esorcista.

GUARDA L’INTERVISTA DELL’ESORCISTA DON ANTONIO MATTATELLI