I parlamentari del Pd predicano bene e razzolano male: votano in aula, sostengono il loro governo e ne fanno parte, e poi… si ribellano per le scelte di cui sono corresponsabili, per evidenti fini elettorali, pensando che i cittadini abbiano l’anello al naso.” Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Pietro Lospinuso, che prosegue: “Sull’Imu agricola, che rappresenta una mannaia sulla testa degli agricoltori, il Pd dovrebbe avere il buon gusto di ammettere di aver sbagliato, per l’ennesima volta.

L’abolizione delle agevolazioni fiscali e l’introduzione dell’IMU per i terreni –aggiunge Lospinuso – è il prezzo da pagare per i bluff del loro premier che da un lato concede bonus di 80 euro che gli hanno messo le ali per le elezioni europee; dall’altro costringe i Comuni ad aumentare le tasse per sopravvivere.

Credo di essere stato il primo a sollevare il problema giorni fa ed ho avuto modo di raccogliere le proteste dei cittadini interessati: è inaccettabile imporre nuove leve fiscali, per giunta retroattive, durante l’anno.

Senza contare – conclude Lospinuso – che i tempi di pagamento sono così ristretti che è probabile che molti non siano neppure informati del nuovo onore fiscale! Un danno ingiusto e illegittimo ai danni di tutto il comparto nazionale già provato, come quello pugliese e tarantino, dalle numerose calamità naturali”.