Noi non siamo certo gli unici ad adorare la primavera: l’esplosione della natura intorno a noi, infatti, coinvolge anche i tanti parassiti che infestano gli ambienti e che utilizzano l’essere umano come ospite inconsapevole. Nello specifico, sono i pidocchi a rappresentare uno dei problemi più seccanti durante la bella stagione, in quanto il contagio da pediculosi viene favorito dal fatto che i bambini giocano più spesso all’aperto e dunque diventano dei bersagli molto semplici per questi parassiti. La primavera richiedere ai genitori di controllare più spesso se i propri figli hanno preso un’infestazione da pidocchi: vediamo i metodi migliori per curare questa patologia.

I sintomi – Nonostante i sintomi della pediculosi non siano gravi, possono diventare molto fastidiosi e richiedere una visita da un dermatologo. Il motivo è che il profondo prurito e gli arrossamenti accompagnati dalla nascita di croste possono anche essere dovuti, ad esempio, alla psoriasi. In ogni caso, è bene porre rimedio il prima possibile dato che, grattando le zone affette da pediculosi, si creeranno delle ferite all’interno delle quali i batteri andranno a nozze. Se anche voi temete di avere i pidocchi, vi basterà farvi pettinare per capire se sono presenti le uova.

Eliminare i pidocchi e le loro uova con prodotti specifici
State cercando di capire come eliminare i pidocchi e le loro uova? Articoli come questo ad esempio del portale femminile Donnad.it danno consigli molto utili: è importante recarvi da un medico e farvi prescrivere un prodotto farmacologico indicato per combattere la pediculosi, come ad esempio uno shampoo. Evitate sempre di acquistare questi prodotti a caso, perché gli agenti chimici potrebbero peggiorare la situazione e danneggiarvi il cuoio capelluto.

Se preferite ricorrere a sistemi casalinghi, sappiate che avete una vasta gamma di essenze ed oli biologici che vi aiuteranno a combattere i pidocchi. Ad esempio l’olio di neem, l’olio di pid e lo stesso olio d’oliva. Infine, un ulteriore metodo molto efficace per curare la pediculosi è l’aglio: se non ne sopportate l’odore, il consiglio è di acquistare sul web le capsule di aglio inodore. Anche la maionese e l’aceto si rivelano utili.

Evitare il ritorno dei pidocchi
Per debellare la pediculosi, il consiglio è di concentrarsi anche su tutto ciò che è entrato a contatto col soggetto infestato: come ad esempio gli indumenti, i giubbotti, le lenzuola e le federe del cuscino. Lavate tutto in lavatrice ad alte temperature, per uccidere eventuali ospiti indesiderati ed evitare che il contagio si diffonda.

Attenzione agli oggetti di uso personale
Oggetti molto personali come ad esempio i pettini ed i cappelli, possono diventare un pericoloso veicolo della pediculosi: se volete un consiglio, evitate di utilizzarli e di farli utilizzare da altre persone all’infuori di voi, se non volete correre il rischio di contagiare voi e gli altri.