Per un’implementazione del sistema di accoglienza diffusa dei migranti richiedenti asilo da attuare con il coinvolgimento degli enti locali del territorio lucano, si è tenuta a Potenza una riunione del tavolo di coordinamento regionale per l’immigrazione.

A circa un anno, infatti, dalla sottoscrizione dell’accordo quadro sull’accoglienza diffusa tra Regione Basilicata, prefetture di Potenza e Matera, UPI e ANCI Basilicata, sono state già aperte nuove strutture di accoglienza in circa 40 comuni su un totale di 131.

Per dare maggiore attuazione all’intesa, è stata sollecitata la partecipazione di tutte le amministrazioni comunali nella programmazione e nella gestione delle attività di accoglienza, che devono essere necessariamente  accompagnate anche da percorsi di integrazione ed inclusione sociale, in particolare, per favorire attività di volontariato dei migranti.

Dalla riunione è emersa anche la necessità di potenziare le attività di formazione linguistica, culturale e professionale, propedeutiche  all’attuazione di reali processi di integrazione.

Hanno partecipato alla riunione, presieduta dal viceprefetto vicario della prefettura di Potenza, il prefetto di Matera, il vicepresidente della Regione Basilicata, il presidente del Coordinamento regionale politiche migranti, i rappresentanti dell’ANCI, dell’UPI, delle Forze dell’Ordine, dell’Agenzia del Demanio, della C.R.I. oltre ai sindaci di numerosi comuni delle due province lucane.