“Ancora una volta l’Amministrazione D’Alo’ e la sua maggioranza consiliare si dimostrano sordi alle esigenze e alle istanze dei cittadini, mortificando le proposte che provengono dalla minoranza in Consiglio Comunale, anche quando gli esponenti della stessa mostrano volontà collaborativa e costruttiva”, è quanto dichiara un comunicato del PD sottoscritto dal Vice Presidente del Consiglio Gabriella Miglietta.

Il Partito Democratico di Grottaglie ritorna  sulla questione del mercato ortofrutticolo del giovedì, stigmatizzando il comportamento dell’Amministrazione e delle forze che la sostengono, durante il Consiglio Comunale del 14 maggio scorso, dove si è discussa una mozione riguardante la proposta di insediamento del mercato settimanale, presso la zona 167 bis.

“Riteniamo che, come abbiamo più volte ribadito, sia un grave errore quello di non dotare la città di un mercato ortofrutticolo settimanale. E’ per questa ragione che primi fra tutte le forze politiche abbiamo sollevato questa questione, che coinvolge tanti commercianti e cittadini. Cittadini che, raccogliendo 2.500 firme, hanno espresso la volontà di avere un mercato settimanale, che da un lato eviterebbe l’ambulantato selvaggio e maggiori introiti alle casse comunali per i posteggi e, dall’altro, calmiererebbe i prezzi, permettendo un notevole risparmio sull’acquisto di frutta e verdura“, scrivono nel comunicato.

“Chi governa la città si è dimostrato ancora una volta insensibile a tali esigenze ed istanze, non prevedendo nel nuovo “Regolamento sul commercio” tale mercato settimanale, presente nella stragrande maggioranza delle nostre città. Inoltre, voler spostare i commercianti del giovedì nella Piazza di via delle Torri si è dimostrato essere un flop come in tanti avevamo pronosticato. Una operazione creata in laboratorio, che sicuramente non ha avuto gli effetti sperati. Non riusciamo a comprendere, francamente, il motivo di un tale ostinato atteggiamento di chiusura nei confronti dei commercianti, dei cittadini e della minoranza in Consiglio Comunale. A tutto ciò si aggiunge la grande scorrettezza commessa nel Consiglio Comunale del 14 maggio. Infatti durante tale Consiglio è stata rigettata la proposta di rinviare, al fine di approfondire la discussione nella Commissione competente, la mozione che aveva come oggetto la proposta di insediamento del mercato ortofrutticolo nella zona 167 bis, sulla quale si era detta d’accordo anche parte della maggioranza, compreso il Presidente della II Commissione, Franco Galiandro. Questo atteggiamento grave e irrispettoso per l’intera città è il motivo per cui tutta la minoranza, compresa la Consigliera del Partito Democratico Gabriella Miglietta, che sottoscrive il presente documento, è stata costretta ad uscire fuori dall’aula e a rifiutarsi addirittura di discutere un atto così importante come è quello del Rendiconto di Gestione. Mortificare il confronto democratico nella massima assise comunale ritardando la chiusura delle votazioni o modificando il voto espresso in corso di votazione significa utilizzare mezzucci che la nostra città non merita e che non fanno parte della cultura politica grottagliese“, conclude la nota diffusa dalla Segreteria cittadina del PD guidata da Francesco Montedoro.