Il Consiglio regionale lombardo ha dato il via libera rendendo obbligatoria la conoscenza delle manovre di disostruzione pediatrica e neonatale per gli operatori di tutti i centri che si prendono cura di bambini, come asili e scuole, allo scopo di rendere sicuri i luoghi frequentati dai bambini.

Allo stato attuale, in Italia, ogni anno perdono la vita circa 50 bambini per ostruzione delle vie aeree come, ad esempio, un boccone inghiottito male, a causa di un mancato pronto intervento, nonostante le manovre corrette da effettuare siano estremamente semplici e riuscirebbero a risolvere la situazione nel 98% dei casi.

Con questa legge si va a risolvere un problema grave perché purtroppo, ad oggi, la maggioranza degli insegnanti e degli educatori non conosce queste semplici manovre e tra i cittadini non c’è ancora la capacità diffusa nell’intervenire in caso di soccorso.

La Legge inserisce l’obbligatorietà dei corsi nei requisiti per l’accreditamento delle strutture sociali e sociosanitarie e prevede che la Regione Lombardia istituisca una premialità sia nei bandi che nell’erogazione di contributi alle scuole dell’infanzia e, più in generale, prevede che tutte le realtà che si occupano di minori debbano predisporre percorsi formativi sulle tecniche salvavita al personale docente, non docente e alle famiglie.

La Lombardia, quindi, approva la legge e le manovre saranno obbligatorie anche in tutti i corsi pre-parto. La speranza, adesso, è che le altre Regioni seguano l’esempio, una norma fortemente necessaria e a costo quasi zero.

 

manovre-disostruzione-bambino