“Dal 17 al 19 giugno parteciperò a Parigi alla 53° edizione dell’International Paris Air Show, una delle principali manifestazioni su scala mondiale dedicate all’industria aerospaziale. Come assessore allo Sviluppo Economico, accompagnerò una delegazione di imprese pugliesi che potranno intessere, nel corso dell’iniziativa, rapporti e relazioni con potenziali partner internazionali per realizzare comuni progetti di investimento, ma l’occasione sarà anche proficua per la Regione al fine di promuovere le opportunità presenti sul nostro territorio e attrarre, in tal modo, nuovi rilevanti investimenti da parte di soggetti interessati a operare in Puglia”.

E’ quanto comunica Mino Borraccino Assessore allo Sviluppo Economico Regione Puglia.

“Oggi abbiamo a disposizione delle imprese dodici strumenti regionali di agevolazione tutti attivi e privi di scadenza. Il settore aerospaziale è stato tra i maggiori fruitori delle nostre misure con investimenti superiori ai 150 milioni di euro in questo ciclo di programmazione. Vogliamo attrarre altre realtà che producono e fanno ricerca anche facendo leva su quel patrimonio che è l’aeroporto di Grottaglie. La mia partecipazione all’evento si connette moltissimo con la valorizzazione di questo scalo.

Per noi, tra l’altro, questo appuntamento segna un’importante tappa di avvicinamento alla prima fiera italiana dell’aerospazio che si svolgerà presso l’aeroporto di Grottaglie nei primi mesi del 2020, iniziativa alla quale stiamo alacremente lavorando. Si tratta di una importante sfida che come Regione Puglia intendiamo cogliere nell’organizzare un evento che porrà al centro le prospettive di sviluppo e di crescita, con significative ricadute occupazionali per tutto il territorio, del settore aerospaziale che, ormai, vede nell’aeroporto “Marcello Arlotta” un suo snodo di fondamentale importanza a livello europeo, come recentemente emerso nel corso della conferenza internazionale svoltasi proprio a Grottaglie. L’industria aerospaziale rappresenta, oggi, una delle principali voci che concorrono a determinare il pil della nostra regione, con significativi risultati soprattutto in termini di export che fanno di questo comparto uno dei settori trainanti per la nostra economia.

Tutto questo conferma la centralità che nelle politiche di sviluppo della Regione Puglia riveste, oggi, l’infrastruttura di Grottaglie che, come noto, è stata individuata come primo “spazio-porto” italiano per la realizzazione di progetti legati al turismo spaziale oltre che alla difesa del territorio e alla ricerca.

Obiettivo del Governo regionale è certamente quello di proseguire sulla strada tracciata, consapevoli del rilievo strategico che riveste, per lo sviluppo del territorio, l’industria aerospaziale e, in particolare, l’aeroporto di Grottaglie per il quale continuiamo anche a lavorare in modo da poter consentire presto un suo utilizzo, a pieno regime, anche per i voli civili”