Il 31 marzo 2020 Cosimo Annicchiarico ha lanciato su Facebook il Progetto “La tela e la barba“, per realizzare in Grottaglie un’opera (foto) che rimanga come “segno, monito e speranza“, in memoria delle vittime del Covid 19 di tutto il mondo.

In diverse famiglie sono stati fatti lavori a maglia, destinati a comporre una variopinta tela di lana (lunga 20 m e larga 20 cm), che idealmente fungesse da sudario sui corpi dei defunti; al contempo per l’intero mese di aprile alcuni uomini ci sono lasciati crescere la barba, a testimonianza simbolica del tempo dell’attesa e della mestizia del cordoglio.

“Il progetto ha voluto richiamare il mito di Penelope, che attende al telaio il ritorno del marito, confezionando la tela-sudario per il vecchio Laerte, e Ulisse, che irriconoscibile approda finalmente a Itaca.”

Dichiara Cosimo Annicchiarico.

L’arch. Francesco De Geronimo ha generosamente progettato il manufatto, che sarà realizzato nella bottega di fabbro dei fratelli D’Alò e nel laboratorio di Ceramiche Salvatore Caraglia e collocato in un luogo appropriato della città, da scegliere con atto del Consiglio Comunale.

“All’onere finanziario per la sua produzione, per il catalogo esplicativo e per la manifestazione inaugurale, prevista per la prossima primavera, si farà fronte con una sottoscrizione popolare, la più larga possibile, con quote-base di € 5,00, fino alla concorrenza presunta di 15.000 €, 10mila dei quali già preventivati per il costo delle parti strutturali in ferro e acciaio corten e di quelle in ceramica.
Al momento, basta che mi venga comunicato da parte di chi vorrà condividere fattivamente questo progetto il numero di quote che s’impegna a versare. Successivamente verranno loro comunicate le modalità ed i recapiti delle Associazioni Onlus che collaboreranno, facendo proprie le finalità dell’iniziativa.
Superfluo chiedere a ciascuno di voi di fare “comunità operante” con spirito di condivisione.”
Continua Annicchiarico.
Il totem sarà realizzato con una struttura in ferro con parti in acciaio corten, composta da 5 tubolari di 3,00 m, poggianti su piastre collegate ad una centrale più grande che reggono la sagoma del globo terrestre di 1,5 m di diametro, con 9 paralleli, 16 meridiani e le aree dei continenti in ceramica.
All’interno della sfera sono collocate, anch’esse in ceramica, un’urna cineraria con i resti bruciati delle tele di lana e una colomba in volo con la scritta su un nastro “La tela e la barba”. Costo totale: € 10.00,00.