In riferimento ad alcuni articoli di stampa apparsi di recente, riguardanti episodi di smarrimento e/o denunciate sottrazioni di effetti personali avvenuti in strutture di codesta ASL, la Direzione Generale intende innanzitutto porgere le scuse agli interessati per tutte le eventuali disfunzioni comunicative che si sono verificate all’interno del sistema.

Si coglie l’occasione per evidenziare, tuttavia, che presso le singole unità operative coinvolte nei percorsi assistenziali di presa in carico sono custoditi e repertoriati numerosi piccoli oggetti di valore ed altri effetti personali. Si segnala, ad esempio, che nella cassaforte allocata nel Punto di Primo Intervento del 118 del presidio ospedaliero “San Giuseppe Moscati”, sono custoditi oggetti preziosi, mentre altri effetti personali quali valigie, telefoni e relativi carica batteria, sono conservati in aree dedicate del reparto.

Analoga situazione è presente presso il Pronto Soccorso del presidio “SS. Annunziata” e in tutti i reparti della ASL, in applicazione del “Protocollo di gestione degli effetti personali di proprietà degli utenti”, approvato con delibera del Direttore Generale n. 250 del 7/2/2020 (consultabile pubblicamente sul sito aziendale dell’ASL Taranto al seguente link: https://bit.ly/3lBL4ps), a riprova dell’attenzione da sempre riposta sul tema.

Si tratta di oggetti che residuano dalle riconsegne che vengono effettuate quotidianamente a seguito di solleciti telefonici ad opera del personale di reparto. Per conoscere e attivare la modalità per rientrare in possesso di quanto ancora nella disponibilità della ASL, si invitano tutti gli interessati a rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico ASL Taranto ai seguenti recapiti telefonici: 099-4786601 per il presidio “San Giuseppe Moscati” e 099-4585935 / 016 / 225 per il presidio “SS. Annunziata”, oppure all’indirizzo mail: urp@asl.taranto.it .

Si ricorda che, al fine di garantire la sicurezza delle procedure di emergenza e la rapidità nell’esecuzione delle prestazioni radiologiche, qualunque oggetto metallico indossato dai pazienti dovrà essere necessariamente rimosso. Per questa ragione, si invitano gli utenti a lasciare presso il proprio domicilio qualunque effetto personale non strettamente necessario.