Un testo che può contribuire al rilancio di una comunità ferita. Un testo che prevede precisi impegni su occupazione, economia, innovazione e sanità. Perché Taranto non è solo emergenza ambientale; Taranto è soprattutto altro in virtù del suo vasto patrimonio di risorse umane e strumentali che possono essere valorizzate”. Così il consigliere de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, commenta l’approvazione in consiglio regionale del disegno di legge “Indirizzi per lo sviluppo la sostenibilità ambientale e la coesione economica e sociale del territorio di Taranto”.

Il provvedimento mette nero su bianco – spiega il consigliere tarantino – quelle innumerevoli promesse fatte in queste anni a tutta la comunità e mai portate a termine. Di Taranto e su Taranto si è detto e si è scritto tanto, ma credo che una precisa norma di legge che impegna l’intera Regione a portare a termine determinati risultati, possa essere davvero una rampa di rilancio. E tutti noi abbiamo il dovere di impegnarci”.

“Certo siamo consapevoli delle tante criticità patite dalla comunità tarantina, ma allo stesso tempo conosciamo anche le sue enormi potenzialità. Utilizziamole, non disperdiamole. Penso soprattutto ai tanti ragazzi, ai quali oggi con questa legge stiamo dando un’occasione: elaborare un’idea, coltivarla e realizzarla nella propria terra”.

“Senza dimenticare – conclude Turco – i precisi obiettivi prefissati da questa legge sul sistema sanitario garantendo cure e personale adeguati”.