“Si terrà venerdì 4 ottobre, alle ore 15, presso la Presidenza della Regione Puglia, a Bari, Lungomare Nazario Sauro, la riunione della Task Force per l’occupazione sulla vertenza dei lavoratori dell’indotto ex Ilva di Taranto.” E’ quanto comunica l’Assessore Regionale allo Sviluppo Economico Mino Borraccino in una nota ai media.

“Insieme al presidente Leo Caroli, ai rappresentanti dell’Arcelor Mittal, dei sindacati e delle nuove aziende appaltanti, affronteremo la problematica vicenda dei circa 200 dipendenti dell’indotto ex Ilva che, col cambio di appalto, dopo essere stati inquadrati per molti anni di servizio come metalmeccanici, ora rischiano il licenziamento, mentre altri lavoratori rischiano di essere inquadrati nel contratto multiservizi, con una retribuzione inferiore. Una condizione inaccettabile  – commenta l’Assessore – per dei lavoratori che di fatto hanno mansioni specifiche, occupandosi di pulizia industriale degli impianti, che non hanno garanzie, poiché privati anche della clausola di protezione sociale che prevede il loro reimpiego automatico nelle imprese subentranti in caso di cambio di appalto.”

“La Regione Puglia è al fianco di questi lavoratori ai quali deve essere garantita continuità e tranquillità lavorativa nel rispetto di diritti acquisiti: occupazione e relativa retribuzione.” conclude la nota.