Verrà presentato sabato 14 giugno 2014, alle ore 19.30, nella storica chiesa collegiata di Grottaglie sita in piazza Regina Margherita, l’ultimo libro dell’infaticabile D. Cosimo Occhibianco, dedicato al massimo tempio della Città della Ceramica.
Nella sua intensa attività culturale, – scrive il prof. Rosario Quaranta nella presentazione dell’evento – Don Cosimo non poteva trascurare un monumento che ha segnato profondamente la vita e la storia non solo della cittadina, ma anche del territorio circostante e della diocesi di Taranto. Basti pensare che L’insigne Collegiata di Grottaglie (così il volume si intitola), è storicamente la “primogenita dell’arcidiocesi tarentina” e che anticamente da essa dipendevano anche i casali di Monteiasi e di Civitella.

Ricordiamo che D. Cosimo è nato a Grottaglie nel 1927 da modesta famiglia contadina ed è sacerdote dal 1951. Dopo aver conseguito i vari titoli ecclesiastici presso la Facoltà Teologica di Posillipo, con Licenza in Sacra Teologia, si è laureato in Filosofia all’Università degli Studi di Lecce. È stato docente di Religione nelle varie scuole supe¬riori della provincia di Taranto e per lungo tempo presso il Liceo Scientifico “Moscati” di Grottaglie.

Dopo aver pubblicato numerose opere di carattere demo-antropologico e storico (ricordiamo almeno la raccolta di proverbi Ccussì ticévunu li nonni nuésci (1988), il dizionario grottagliese in 3 volumi Ccussì parlàvunu li nanni nuésci (1992), la raccolta di indovinelli popolari Ccussì ritévunu li nanni nuésci (1994); la vita di San Francesco De Geronimo Grottaglie che ora è? (1996); la rac¬colta di preghiere… breviario dei poveri Ccussì priàvunu li nanni nuésci (1998); il dizionario storico dei soprannomi grottagliesi Ccussì si sintévunu li nanni nuésci (2003), il Dizionario del Dialetto Grotta¬gliese. Cussi parlàvunu li nanni nuésci (2003); La chiesa della Madonna del Lume, sua origine e devozione (2002); Pagine sparse di storia grottagliese (2007); I Carmelitani a Grottaglie (2008); la serie di 9 Quaderni della Civiltà Contadina,e altro ancora….) l’Autore ha voluto dare alle stampe questa monografia che raccoglie un “lavoro giovanile di ricerca d’archivio e di curiosità storiche, realizzato sotto la guida saggia, illuminata e sapiente del prof. Ciro Cafforio”.

Un lavoro che egli definisce modestamente “senza pretesa di alcun genere”, ripreso e pubblicato “soltanto per la gioia di consegnarlo” non solo ai suoi amati concittadini, ma anche ai cultori della storia e dell’arte del nostro territorio.

Nel libro (188 pp.) edito da Congedo di Galatina ed illustrato magnificamente con un ricco corredo iconografico tutto a colori, si trattano analiticamente gli argomenti seguenti: la facciata, l’interno, la sagrestia, le antiche cappelle, le cappelle interne del Duomo (Madonna del Rosario o San Ciro, Madonna della Mutata, Preziosissimo Sangue, Ascensione, Santissimo Sacramento, San Vincenzo Ferreri, Battistero, Spirito Santo, Annunciazione) e l’atrio.In appendice viene riportato anche lo Statuto dell’importante Capitolo della Collegiata, ormai scomparso.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Culturale “Koinè” di Grottaglie, col patrocinio del Comune di Grottaglie e con la collaborazione della Società di Storia Patria per la Puglia Sezione di Taranto e della Parrocchia Chiesa Collegiata Maria SS.ma Annunziata, prevede i saluti del parroco Don Eligio Grimaldi e del Sindaco Ciro Alabrese.

A relazionare saranno Domenico Caragnano e Rosario Quaranta della “Sezione Tarantina della Società di Storia Patria per la Puglia”, e Don Francesco Simone, Direttore Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici dell’Arcidiocesi di Taranto.

Alla manifestazione, coordinata da Roberto Burano, Presidente Associazione Culturale “Koinè”, presenzierà il benemerito Autore.