LIVE – Diretta della conferenza stampa di presentazione di Massimiliano Allegri, nuovo allenatore della Juventus.

Arriva con spirito deciso Allegri nella conferenza stampa di presentazione come allenatore della juve. Dopo la premessa di Marotta, che ha riassunto le ultime 24 ore delle Juve, la prima domanda è quella di un giornalista della JTV, il canale tematico ufficiale della juve, una domanda giusto per rompere il ghiaccio.

Ma è la seconda domanda quella che  lo lancia subito nel clima: i tifosi non vogliono che sia lui il nuovo allenatore. “Capisco lo scettiscismo dei tifosi” cosi risponde Allegri “capisco la loro reazione. Antonio Conte ha rappresentato tanto per la juve sia da giocatore che da allenatore.”

Sulla Champions Allegri dice che “la società ha una strategia oculata di mercato per renderla competitiva in Italia oltre che in Europa”.

Ma dopo le prime battute con il nuovo allenatore bianconero i giornalisti e con Marotta che vogliono parlare.

“Conte ha contribuito al raggiungimento degli obiettivi. Conte voleva fermarsi. Abbiamo tentato di tenerlo stretto. Nel nuovo confronto abbiamo tentato ma non ci siamo riusciti. Non parliamo di divergenze di calciomercato.”

Dopo la risposta di Marotta l’attenzione si dirige sul rapporto Pirlo – Allegri. “Ho un bel rapporto con Pirlo. Nel suo ultimo anno al Milan ha subito tanti infortuni e ha fatto fatica a rientrare. Alla fine tutti prenderemmo la decisione. La società, io e Andrea. Sarei matto a mettere in discussione le qualità di Pirlo”.

Le domande poi ritornano per Allegri. Su Evrà dice che è un giocatore che non si discute. Sul modulo da utilizzare dice che conosce perfettamente i giocatori e in questo momento non è il caso di stravolgere la squadra. ”Porterò degli accorgimenti per cercare di migliore una squadra che ha fatto già grandi cose”.

In Italia la Juve è favorita. Ci giocheremo il campionato fino alla fine. In Europa ci sono squadre con altri fatturati. Noi abbiamo il dovere di fare una grande Champions. L’Atletico Madrid è un esempio considerato il mercato. Dobbiamo stare tra le prime 8 in Europa.

L’attenzione poi torna sul mercato e su Marotta. Sulla domanda sul futuro di Vidal dice che “non è mai stato messo in vendita. E’ uno dei principali attori di questa squadra. Ce lo teniamo stretto. Voi però sapete che le scelte sono fatte anche dal giocatore che decide il suo futuro. Ma su questo possiamo stare tranquilli visto che lo stesso Vidal ha manifestato felicità nel restare alla Juve.”

Sulla scelta di Allegri rispetto a Roberto Mancini, il direttore Marotta risponde che: “Il divorzio con Conte è arrivato inaspettatamente. E ci ha trovato impreparati. Le scelte dovevano essere immediate. Ci serviva trovare un allenatore con le stesse caratteristiche di Conte: un vincente. Lui è stato un vincente. Noi vogliamo continuare a vincere.”

Allegri cita addirittura l’Avvocato Gianni Agnelli rispondendo a chi li sollevava il dubbio degli stimoli e dell’appagamento dei giocatori.

La conferenza stampa termina alle 15.42 con le dichiarazioni di Marotta sul mancato acquisto di Iturbe e di Morata.