PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

“Davanti ad una tragedia come quella che ha visto strappare alla nostra comunità ed alla sua famiglia la vita del giovane Alessandro Marinelli, non ci sono parole, non ci sono gesti, né tantomeno spiegazioni razionali che possano lenire ed attenuare una sofferenza incommensurabile.” E’ quanto dichiara Ciro Alabrese, Sindaco di Grottaglie, a seguito della scomparsa del giovane grottagliese coinvolto in un incidente stradale alle porte della città nella giornata di sabato.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Forse solo il silenzio di un dolore atroce – continua Alabrese – può far riflettere su questa ennesima tragedia della strada. Proprio quel silenzio che, invece, troppo frettolosamente  non viene rispettato e che troppo frettolosamente porta tanti ad avere la necessità di fagocitare fiumi di inchiostro su carta bianca o su carta digitale.”.Il Sindaco  molto probabilmente si riferisce ai diversi commenti apparsi anche sui social network.

“Come primo cittadino della nostra città, in questo momento, e ripeto in questo momento, oltre ad aver proclamato il lutto cittadino, ho innanzitutto l’obbligo di far stringere la comunità grottagliese intorno alla famiglia ed agli affetti del povero Alessandro, sapendo che arriverà anche il momento in cui dover affrontare gli aspetti ed i risvolti tecnico-legali di questa ennesima assurda vicenda.

Aspetti affidati come in altri casi ai soggetti ed agli enti indicati dalla legge e preposti dalla stessa a garanzia di noi tutti e della verità; enti e soggetti in cui noi riponiamo massima fiducia.

Aspetteremo dunque la chiusura della relazione della Polizia Stradale per conoscere quella verità. Verità che non ci riconsegnerà Alessandro, ma che permetterà, come in qualsiasi paese democratico e di diritto, di individuare eventuali responsabilità di terzi.

Da questa vicenda emerge con nettezza, anche a seguito di altri sinistri mortali accaduti in passato, che occorre un intervento straordinario che ripensi e riveda, in termini di tragitto, di traiettoria, di forma, questo tratto di strada comunale. Stiamo parlando, infatti, di un’importante arteria stradale concepita più di 50 anni fa con caratteristiche oramai superate. L’accentuato raggio di curvatura, la presenza degli alberi a lato della carreggiata, la ristretta e sconnessa sezione stradale dovuta anche alla presenza del sottopasso ferroviario, sono elementi di un progetto di altri tempi, per altri veicoli e per altri flussi di traffico.

D’altronde, purtroppo, non è la prima volta che la nostra città paga in termini di vittime della strada un prezzo altissimo. Altri esempi del passato hanno fatto emergere come progetti di assi viari realizzati inizialmente  nella massima  sicurezza e funzionalità, si sono poi col tempo rivelati altamente pericolosi. Basti ricordare la via per “Paparazio” attraversata decenni addietro dalla superstrada TA-BR e che sino agli anni 80 ha mietuto vittime prima che si realizzassero gli attuali cavalcavia, o come l’incrocio sulla strada per San Marzano, anch’esso tragicamente noto fino alla realizzazione dell’attuale rotonda.

Questo  – conclude il Sindaco di Grottaglie – ci impone sicuramente, per un prossimo futuro, e indipendentemente dalle cause accertate per quest’ ultimo sinistro, di dover ricorrere ai professionisti della viabilità ed ai migliori ingegneri dei trasporti per ridisegnare e riprogettare questo importante ingresso della città, ma ci impone anche di attrezzare con la massima urgenza questo attuale tratto stradale con tutti i dispositivi disponibili atti ad aumentare la sicurezza dello stesso tratto affinché in futuro la nostra città non pianga per tragedie come questa.”

 

Ecco l'ordinanza della proclamazione del lutto cittadino:
Prot.N. 11389
Del 28.5.2014

Oggetto: Proclamazione lutto cittadino.

Il Sindaco

Premesso che la morte del giovane Alessandro Marinelli, conseguente ad un incidente stradale, ha coinvolto emotivamente tutta la cittadinanza;

Ritenuto doveroso, interpretando il comune sentimento della popolazione, proclamare il Lutto Cittadino, in concomitanza con la celebrazione dei funerali, in segno di rispetto e di partecipazione al dolore della famiglia, per la prematura tragica scomparsa del giovane Alessandro, ed assumere le opportune iniziative per esprimere alla stessa famiglia un simbolico e caloroso abbraccio da parte dell’intera Città di Grottaglie;

Accertato che la celebrazione del rito funebre si svolgerà in Grottaglie il giorno 28 maggio c.a.;

Visto il T.U.E.L., approvato con d.leg.vo 18.8.2000 n. 267;
Visto il vigente Statuto comunale,

D I S P O N E

La proclamazione del Lutto Cittadino per il giorno 28.5.2014 in concomitanza con la celebrazione delle esequie funebri del giovane studente Alessandro Marinelli:
L’esposizione a mezz’asta delle bandiere presso la Sede Comunale ed in tutti gli uffici pubblici di Grottaglie.
Per l’intera durata dei funerali saranno vietate, nelle vie e nelle piazze adiacenti al luogo in cui si svolgerà la cerimonia funebre, le attività lavorative rumorose e la circolazione di veicoli che possono intralciare l’afflusso di persone ed Autorità.
Le istituzioni scolastiche potranno partecipare al Lutto Cittadino nelle forme ritenute più idonee.
L’invio della presente ordinanza, per quanto di rispettiva competenza, al Comando della Stazione dei Carabinieri di Grottaglie, al Comando del Commissariato della P.S. di Grottaglie, al Comando della Polizia Municipale, alle Istituzioni Scolastiche di Grottaglie.

La diffusione della presente ordinanza nelle forme più idonee per favorire la libera partecipazione della Cittadinanza.

Dalla Residenza Municipale, lì 28.5.2014

IL SINDACO
Avv. Ciro Alabrese



  

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802