“Rammaricato nel ricevere stamattina queste immagini. Rammaricato per il gesto di buttare via come un rifiuto qualcosa di non più essenziale, un animale che magari sino a ieri era la nostra compagnia.
Rammaricato del gesto di lasciare un cane morto e con le zampe legate in una stradina alla mercè di tutti, soprattutto dei bambini.
Abbiamo contattato l’azienda che ha rimosso la carcassa per verificare la presenza di un eventuale microchip ed invito davvero chiunque abbia informazioni su questo cane a contattarmi. Non lasceremo questa azione impunita. Lo dobbiamo a quel povero essere che non c’è più e a tutte quelle persone che, al contrario di chi ha compiuto questo vile e orrendo gesto, amano gli animali e si prodigano ogni giorno affinché vivano degnamente e circondati da cure, affetto e carezze.”

Cosi il vice sindaco di Grottaglie Vincenzo Quaranta, delegato anche al Canile Municipale, denuncia pubblicamente sui social il rinvenimento di un cane in una busta lasciata sul ciglio di una strada.