Gli agenti della Squadra Mobile della Polizia di Stato sono intervenuti nei confronti di un quarantenne grottagliese, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia.

L’uomo, che è stato posto agli arresti domiciliari, stando alle accuse della moglie si è reso protagonista di ripetuti atti di violenza fisica e psicologica tanto nei confronti della moglie che contro la figlia, colpevole ai suoi occhi di intervenire in difesa della madre.

La donna si è rivolta agli agenti di Polizia, al quale ha raccontato che il marito, spesso ubriaco, da anni reiterava gli atti di violenza che hanno infine portato la donna a dire “Basta!” ed a denunciare il clima di terrore in cui i familiari erano costretti a vivere.