politica Maria Pia Ettorre

Per molti alunni grottagliesi è suonata oggi la prima campanella dell’anno scolastico 2015 – 2016; un anno che – come sempre – si presenta con grandi speranze e qualche preoccupazione.

Maria Pia Ettorre, Assessore alla Cultura del Comune di Grottaglie, lancia un augurio agli studenti e fa il punto sulla situazione delle scuole nella Città delle Ceramiche. «Ogni anno scolastico è una avventura per gli alunni, che inciderà profondamente sulla loro vita – ha esordito l’Assessore Ettorre – ed è per questo che a tutti loro faccio i miei auguri perché questi mesi trascorrano con profitto non solo per la loro carriera scolastica, ma soprattutto per la loro formazione come cittadini di domani. Tanti ragazzi grottagliesi andranno a studiare fuori città, altrettanti studenti verranno invece a frequentare gli istituti grottagliesi; questo è uno scambio importante per conoscere e conoscersi, per arricchirsi culturalmente ed umanamente, ed è una esperienza che noi adulti, ciascuno a suo modo e per le proprie competenze, dobbiamo favorire ed agevolare.
Per le scuole grottagliesi l’inizio dell’anno è senz’altro positivo: il liceo “Moscati” è ancora una volta protagonista di un evento culturale presso il padiglione Rai della Fiera del Levante, quale ennesima testimonianza della qualità della formazione che offre ad i suoi allievi. Buone notizie anche dal punto di vista amministrativo, in vista del recupero dei locali della ex pretura da utilizzare per sopperire alla annosa questione della nuova sede; il tecnico incaricato ha terminato gli adempimenti burocratici relativi alle opere di adeguamento ed ora il progetto è al vaglio della Dirigente scolastica del Liceo che ne verificherà le modalità di impiego didattico degli ambienti così recuperati. Purtroppo il progetto di cancellazione degli Enti Provincia ha creato un vero e proprio cataclisma ai danni di tutti gli istituti scolastici, e ad farne le spese non sono state solo le questioni in corso di definizione, come nel caso della nuova sede del Liceo, ma anche la ordinaria amministrazione di tutte le scuole superiori, che si sono viste private di colpo di referenti istituzionali con cui interfacciarsi per le proprie specifiche necessità.

Per quanto riguarda invece gli istituti comprensivi che accolgono gli scolari più piccoli – ha concluso l’Assessore Ettorre, avendo già esperito l’anno scorso la gara per la assegnazione dei servizi di refezione e mensa, quest’anno le prestazioni potranno cominciare regolarmente dal primo ottobre. Abbiamo già incontrato i responsabili delle ditte incaricate ed i tecnici della ASL per programmare il servizio, e l’inizio al primo ottobre è dovuto al rispetto dei necessari tempi tecnici necessari ai bambini per abituarsi al distacco dall’ambiente domestico, che deve essere ovviamente graduale