“Si è svolta  a Roma l’assemblea nazionale di Articolo Uno.  Al centro della discussione i temi del lavoro e diritti. Taranto è presente ed ha in platea diversi esponenti del partito, con me l’assessore regionale Cosimo Borraccino. Tra i presenti il segretario Speranza e lo scrittore e magistrato pugliese Gianrico Carofiglio.

Con emozione, noi delegati della Federazione provinciale tarantina, registriamo che l’assemblea si è aperta con una profonda e sensibile discussione sulle vicende di Taranto. Sono seguite puntuali analisi e riflessioni sulla gestione del caso Ilva. Immancabili i riferimenti ai dolorosi fatti dei giorni scorsi,a cui politicamente seguirà un concreto impegno da parte del partito nazionale che valuterà  le varie proposte che sono al vaglio della assemblea.  A tal proposito, come segreteria provinciale  di Taranto, continueremo   la discussione sulla sicurezza sul lavoro,portando il nostro contributo, poichè riteniamo il tema centrale e indispensabile per la tutela dei lavoratori.  E’ inaccettabile che tale aspetto sia stato per troppo tempo purtroppo trascurato dalle politiche precedenti, ma lo riteniamo  ormai non più procrastinabile per la comunità tarantina.

Anche il segretario Speranza ha introdotto la sua relazione con la vicenda  Taranto, affermando l’importanza che riveste Taranto per il futuro dell’Italia,focalizzando l’attenzione sullo scontro inaccettabile tra il diritto al lavoro,alla salute e la tutela dell’ambiente.

Diventa dunque prioritaria una analisi coraggiosa che possa produrre  le adeguate risposte da dare ai  tarantini , agli italiani. Urge affrontare le sfide cui la società ci sottopone sui temi del lavoro,della sua sicurezza e  dignità.

Tante le proposte  a riguardo e in discussione all’ Assemblea: interventi per i diritti dei lavoratori, l’incentivazione degli investimenti per la sicurezza, l’incremento dei controlli, l’introduzione di un dignitoso salario minimo, la garanzia della parità salariale tra uomo e donna,la diminuzione delle tasse.

Articolo Uno si propone come la valida alternativa di Sinistra credibile e affidabile, pronta a ricostruire un fronte comune di  forze politiche territoriali,  che sappia intercettare e rappresentare le esigenze dei cittadini,quelle che pesano sulla difficile quotidianità di ognuno, dei più deboli, dei lavoratori e delle famiglie. L’ambizione è quella di ritrovarsi in nuovo socialismo ecologico, dove la difesa dell’ambiente si concilia con la difesa dei diritti, con le battaglie per una occupazione che sia sostenuta da politiche di sviluppo, di crescita umanamente sostenibile.”

Così Massimo Serio, Segretario provinciale Articolo Uno Taranto.