«Il Gruppo consiliare di Grottaglie “Articolo 1 – Movimento Democratici e Progressisti” ha inviato al Presidente del Consiglio Comunale, al Sindaco, ai Presidenti dei Gruppi Consiliari, al Presidente e ai componenti della 3^ Commissione Consiliare e al Segretario Generale del Comune di Grottaglie una richiesta di annullamento della convocazione della 3^ Commissione consiliare illegittimamente convocata dal Sindaco.» Lo annuncia una nota a firma di Francesco Donatelli, presidente del Gruppo consiliare “Articolo 1 – Movimento Democratici e Progressisti”.

Questo il testo integrale della richiesta:
Premesso:
che la Presidente della 3^ Commissione Consiliare ha convocato la predetta Commissione per il giorno 18/03/2017 alle ore 08,30 con all’ordine del giorno “Programmazione degli investimenti ospedalieri e approfondimenti in merito all’attuale organizzazione stabilimento ospedaliero “San Marco” di Grottaglie. Deliberazione G.R. n. 239 del 28/02/2017”,

che in data odierna il Sindaco ha convocato la stessa Commissione per il giorno 13/03/2017 con all’ordine del giorno “Discussione del Piano di Riordino appena approvato dalla Giunta Regionale e condivisione delle future strategie di sviluppo del Presidio Ospedaliero locale”.

Appare chiaramente illegittima la convocazione della Commissione consiliare da parte del Sindaco in quanto palesemente in contrasto con l’articolo 6 del Regolamento delle Commissioni Consiliari Permanenti che testualmente recita: “Il Presidente convoca la Commissione e ne regola i lavori, disciplina l’andamento delle sedute, tiene i rapporti con il Presidente del Consiglio Comunale con i Presidenti dei Gruppi Consiliari e il Sindaco; In caso di assenza o di impedimento del Presidente, assume la presidenza il Vice Presidente, in mancanza di entrambi le funzioni sono esercitate dal Consigliere componente più anziano; La commissione Consiliare in caso di impedimento del Presidente e del Vice Presidente è convocata dal Presidente del Consiglio Comunale; La Commissione nell’ipotesi di assenza del Presidente e del Vice Presidente è presieduta dal consigliere anziano fra i suoi componenti.”
Che lo stesso Regolamento prevede altresì che “La Commissione può essere riunita su richiesta scritta di almeno un terzo dei suoi componenti, dal Sindaco, dal Presidente del Consiglio Comunale o da almeno un quinto dei componenti del Consiglio Comunale. Tali richieste devono specificare l’oggetto da sottoporre all’esame della Commissione e devono essere indirizzate al Presidente della Commissione stessa, il quale provvede a riunirla entro e non oltre sette giorni dalla richiesta.”

Per quanto sopra esposto con la presente, a nome del gruppo consiliare che rappresento, invito il Sindaco a revocare immediatamente la convocazione della commissione per il prossimo 13 marzo in quanto chiaramente illegittima e impegna il Presidente del Consiglio Comunale ad assumere tutti gli atti necessari a far rispettare il Regolamento delle Commissioni Consiliari Permanenti.