È giunto alla sua dodicesima edizione il Premio Dott. Ciro Rosati, indetto dall’associazione Medici per San Ciro Onlus, in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono, San Ciro.

Il Premio, intitolato al medico grottagliese che ha fatto della sua professione la propria ragione di vita, consiste nell’assegnazione di una borsa di studio di € 1.000 ad un giovane grottagliese laureato in Medicina e Chirurgia.
Potranno partecipare al concorso i giovani che nell’anno solare 2016 hanno conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia purché nati e/o residenti nel Comune di Grottaglie. La graduatoria sarà formulata tenendo conto del voto di laurea. A parità di voto precederà in graduatoria il più giovane e, in caso di ulteriore parità, il numero degli anni di corso effettuati (minor anni impiegati).

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro Lunedi 16 Gennaio 2017. A corredo della domanda dovranno essere allegati: curriculum vitae, certificato di nascita e/o residenza e certificato di laurea con voto.
La domanda dovrà essere spedita esclusivamente tramite posta con Raccomandata A/R indirizzata a: Associazione Medici per San Ciro Onlus, Piazza Regina Margherita, 28 – 74023 Grottaglie (TA).

La proclamazione del vincitore avrà luogo Domenica 29 Gennaio 2017 in occasione della 12a edizione “Medici per San Ciro” che si svolgerà a Grottaglie (TA), presso la Chiesa Madre, dalle ore 18.00. La presenza del vincitore è obbligatoria per il ritiro del Premio e per illustrare brevemente la propria tesi di laurea. In assenza di concorrenti, la somma sarà devoluta per l’acquisto di una ambulanza.

Questo il commento del dottor Salvatore Lenti, presidente dell’associazione Medici per San Ciro Onlus: «Si riparte per la XII edizione pensando sempre ai giovani laureati in medicina affinchè l’esempio del nostro San Ciro sia per loro una luce di armonia per mettere al centro della loro professione i bisogni dei pazienti. Quest’anno la XII edizione avrà il tema della ricerca, etica, solidarietà e arte, ma attendiamo ancora qualche settimana per presentare il ricco programma».