portrait of a pretty young woman covering her head with a wool cap

L’area di alta pressione particolarmente estesa e robusta che sta dominando gran parte del continente europeo sta per subire una modifica nella sua struttura, con una conseguente netta inversione di tendenza nel corso del weekend. Da venerdì infatti si assisterà ad  una sensibile diminuzione delle temperature su gran parte d’Italia nel weekend con una certa instabilità e nevicate anche quote molto basse.

Un primo segnale di cambiamento è atteso nel corso di Venerdì 22 quando una massa d’aria fredda in discesa dalla Russia farà breccia nel grande anticiclone avvicinandosi così al nostro Paese. L’ingresso del freddo avverrà in modo impetuoso con correnti dai quadranti settentrionali. Gli effetti: tra la sera di Venerdì e per tutta la giornata di Sabato 23 Febbraio sono attesi venti fortissimi con raffiche di burrasca da Nord fino a 90-100 km/h su tutte le regioni del Centro Sud (compreso l’appennino e le valli interne) con possibili mareggiate lungo le coste più esposte specie del versante Adriatico e ionico. Le prime precipitazioni sono previste già dalla serata di venerdì tra Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Sabato poi con l’arrivo di ulteriore aria gelida tornerà a fare la sua comparsa la neve a quote bassissime con fiocchi localmente fin sulle coste delle province delle province di Bari, Taranto, Matera, Potenza, Cosenza, Crotone, Vibo Valentia e persino tra Palermitano e Messinese.