Ci siamo. Il giorno fatidico è arrivato. Alle 18 ora italiana la nazionale di calcio affronterà la corazzata uruguaiana. Chi vince passa il turno e accede agli ottavi. Agli azzurri basterebbe anche un pareggio.

«Conterà arrivare primi sulla palla, conquistarla con voglia, dare tutto. Gli uruguaiani lo faranno. Hanno più orgoglio di patria».

E’ quanto ha detto mister Cesare Prandelli.Per lui questa è «la partita più importante della vita».

Bocche cucite sulla formazione ma l’Italia dovrebbe stravolgere quanto fatto finora e scendere in campo con un 3-5-2 molto simile a quello utilizzato da Conte: blocco juve in difesa con l’esordio di Bonucci. Cavani affidato a Chiellini. Sulle fasce dovrebbero spingere Darmian a destra e De Sciglio a sinistra. Poi in mezzo al campo la regia di Pirlo e ai lati Marchisio e Verratti. In attacco una inedita coppia bomber: Ciro Immobile e Mario Balotelli.

Il ct dell’Uruguay Tabarez: «L’Italia parte favorita perchè ha due risultati su tre a disposizione. Noi ci crediamo. Balotelli? E’ uno specialista in zona gol»

Sventoliamo le bandiere sui nostri balconi: #GirForzaAzzurri tutti a tifare Italia.