Bilancio più che positivo al Museo Spartano di Taranto durante il periodo appena concluso delle vacanze natalizie

«Nel periodo che va da giorno 20/12 al giorno 10/01 – evidenzia il Dott. Marcello Bellacicco, della Associazione culturale “Filonide” il Museo Spartano, sito nel borgo antico di Taranto, ha accolto 439 visitatori, la maggior parte dei quali (74%) da fuori città. La visita al Museo Spartano consente di ammirare sia l’ipogeo de Beaumont Bellacicco (VIII sec a.C) che la soprastante Casa nobiliare della Marchesa de Beaumont (XVII sec) in un viaggio temporale che ripercorre la millenaria storia della città arrivando a 16 metri sotto il piano stradale.
Durante le visite i visitatori hanno potuto approfondire temi di storia, antropologia, fisica, musica, psicoanalisi, mitologia e lingua tarantina.

Particolarmente apprezzati dai turisti – racconta ancora il dott. Bellacicco – il tunnel che dall’ipogeo conduce al mare e le ricche decorazioni dei soffiti nobiliari della casa della marchesa de Beaumont.
L’ipogeo de Beaumont Bellacicco, visitabile dal 2004, è riconosciuto dalla Regione Puglia, dal Comune di Taranto, dal Ministero dei Beni Culturali ed è ufficialmente inserito nell’elenco delle cavità artificiali (grotte ed ipogei) della regione.
Il Museo Spartano, in collaborazione con l’associazione dei B&B di Taranto Terra di Sparta, opera quotidianamente per promuovere positivamente l’immagine di Taranto e per rilanciare il comparto turistico al fine di dare nuove possibilità alle economie sane e pulite che tutti vorrebbero.

Il trend turistico in costante crescita – conclude il Dott. Marcello Bellacicco, della Associazione culturale “Filonide” – dimostra che il lavoro di centinaia di operatori silenziosi ma fattivi continua a dare i suoi frutti.
Pensiamo che questa possa essere la strategia vincente. »