PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Questa mattina durante una conferenza stampa in “Fiera del Levante”, l’assessore regionale alle Risorse Agricole Fabrizio Nardoni e l’associazione “Officine Taranto” hanno presentato un progetto sperimentale per la valorizzazione degli asini di razza martinese, allevati nella masseria Russoli di Crispiano, in cui è stato richiesto il coinvolgimento di Amiu.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

In una nota della azienda multi servizi e di igiene urbana di Taranto viene spiegato l’obbiettivo che si propone di raggiungere l’iniziativa: «L’idea – si legge nel comunicato dell’AMIU – è utilizzare questi animali per la raccolta differenziata in Città Vecchia, a Taranto. Già realtà in alcuni comuni italiani, è una prova ambiziosa che ci offre l’opportunità di valorizzare simbolicamente il quartiere che, grazie all’università e al contributo di molte persone di buona volontà sta vivendo l’inizio del suo rinascimento. È giusto, quindi, che sia anche laboratorio per buone prassi come questa.

L’imminente avvio della raccolta “porta a porta” nelle 9.000 utenze non domestiche della città, Isola compresa – evidenzia l’AMIU, potrebbe essere l’occasione buona per lanciare questa sperimentazione: il censimento delle utenze non domestiche, già partito nel sobborgo di Talsano, coprirà presto l’intera città. Naturalmente, ora è necessario verificare la fattibilità di questo tipo di raccolta, valutarne le criticità gestionali e l’incidenza economica.

Resta fermo il suo valore simbolico- conclude la nota dell’AMIU, segno della grande attenzione che si sta prestando per tutto quello che accade in Città Vecchia. L’Amiu collaborerà attivamente con “Officine Taranto” per valutare gli esiti della sperimentazione.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802