I figli della nuova generazione sono figli di genitori che lavorano entrambi e, nella maggior parte dei nuclei familiari, il periodo delle ferie non coincide con la fine dell’anno scolastico e certo non è lungo da giugno a settembre, periodo della chiusura estiva degli istituti scolastici. I papà e le mamme che non possono restare a casa si adoperano nella ricerca di associazioni private e comunali che organizzano attività ludiche in piscine attrezzate e luoghi all’aperto, in compagnia di altri coetanei e compagni di banco.

L’alternativa, per i più fortunati, dal punto di vista affettivo, sono quei nipotini che possono finalmente far trascorrere ore di divertimento, spensieratezza e gioia, ai loro nonni che, con genitori costretti al lavoro e scuole chiuse, possono finalmente godere (e viziare a dismisura per certi versi ahimè) i propri nipotini con lunghe passeggiate ai giardinetti, scampagnate e ore mattutine al mare, (al sorgere del sole) o pomeridiane (col tramonto che saluta la giornata), fasce orarie adatte ai bambini e, appunto, ai nonni!

Sono una figura importante nella vita di un piccolo, ma sono anche una risorsa quanto mai preziosa nella famiglie in cui a lavorare si è in due. E’ sicuramente, dal punto di vista economico, anche meno dispendioso rispetto ad iscrizioni a campus estivi che ritornano comunque utili e sicuri in mancanza di essi. Sicuro che la festa dei nonni è solo una volta l’anno?!!

I nonni sono una risorsa preziosa in ogni famiglia, perché hanno sempre storie interessanti da raccontare e insegnamenti da trasmettere, e sono sempre disponibili ad accudire i bambini ed essere loro compagni di giochi, specie quando entrambi i genitori lavorano.

Il 2 ottobre è una giornata speciale tutta dedicata a loro, e si celebra la festa dei nonni, durante la quale tutti i bambini possono dimostrare ai nonni il loro affetto. La festa dei nonni è una ricorrenza civile introdotta in Italia con la Legge 159 del 31 luglio 2005, e vuole celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale.

Non a caso viene festeggiata il 2 ottobre, data in cui la chiesa cattolica celebra gli Angeli custodi, ed ha come fiore ufficiale il “Non ti scordar di me”.

La Festa dei Nonni è stata introdotta negli Stati Uniti nel 1978 durante la presidenza di Jimmy Carter su proposta di Marian McQuade, una casalinga del West Virginia, madre di quindici figli e nonna di quaranta nipoti. La McQuade iniziò a promuovere l’idea di una giornata nazionale dedicata ai nonni nel 1970, lavorando con gli anziani già dal 1956. Riteneva, infatti, obiettivo fondamentale per l’educazione delle giovani generazioni la relazione con i loro nonni, portatori di conoscenza ed esperienza.

Negli Stati Uniti la festa nazionale dei nonni (National Grandparents Day) viene celebrata ogni anno la prima domenica di settembre dopo il Labor Day. Nel Regno Unito, introdotta nel 1990, dal 2008 viene celebrata la prima domenica di ottobre. In Canada viene celebrata dal 1995 il 25 ottobre.

In Francia, i nonni e le nonne sono festeggiati ogni anno separatamente. La Festa della Nonna già dal 1987, la prima domenica di marzo. Dal 2008 è stata introdotta la Festa del Nonno la prima domenica di ottobre.

E allora, oggi (ma non solo oggi!) auguri a tutti i nonni, ed un “grazie!” grande come il loro cuore per tutto quello che fanno per noi!