Si sono svolti ieri i funerali di Ciro Piccione, il giovane 30enne ucciso in un agguato a San Giorgio Ionico. “L’omertà uccide più di una pallottola”, sono queste le parole che ha usato il parroco durante l’omelia. A distanza di giorni dal tragico evento non si conosce ancora il nome dell’esecutore. Chi sia stato. Intanto sui social i suoi amici lo ricordano come un grande lavoratore. Appassionato della sua terra.

Un omicidio che al momento resta impunito. Si attendono i riscontri degli inquirenti, che sono al lavoro sul caso.

Ieri tutta la città c’era a dargli l’ultimo saluto. Una comunità sgomenta. Fuori la chiesa un trattore. Adornato di fiori. Per Ciro.