Politica-elezioni-voto-urna

«Considerato che plausibilmente, passato il polverone delle elezioni provinciali, tutti gli attori coinvolti nell’incuicio jonico faranno si che il tutto torni nel classico modus operandi tipico dei partiti tarantini, il Sud in Movimento decide di prendere la parola. Già queste elezioni, chiamate asetticamente di 2° livello, nella realtà esautorano il diritto democratico della scelta dei propri rappresentanti, sono il paradigma degli schemi decisionali di renziana memoria, in più hanno rappresentato un grande inciucio.» A dichiararlo è Antonio Ottaviano, di “Sud in Movimento”, che aggiunge: «Di fatti Martino Tamburrano è il nuovo presidente della Provincia di Taranto. Una brutta pagina che si va ad aggiungere alle tante già collezzionate dal Pd nell’area jonica. Ha vinto l’inciucio peggiore, tra PD e FI, che ha garantito una poltrona di comando ad una persona su cui pende una richiesta di rinvio a giudizio per abuso d’ufficio.

Tanto per essere chiari – spiega Antonio Ottaviano, i consiglieri del PD che hanno come riferimento l’on Pelillo invece di votare Lopane (sostenuto in maniera anomala dal segretario regionale del PD Emiliano) hanno votato per il candidato di FI.

Una sorta d’intesa che rispecchia la politica nazionale in cui tutti si fanno la guerra ma poi fanno gli inciuci. Ha vinto un modo di fare politica che andrebbe archiviato perché non tutela il cittadino e non è rivolto al bene comune.

Nei prossimi mesi la Provincia Jonica dovrà esprimersi sulle varie autorizzazioni a discariche e inceneritori e tra queste vi è quella relativa al raddoppio dell’inceneritore di Massafra di proprietà della Marcegaglia attuale presidente dell’Eni. Eni che a Taranto vuole realizzare Tempa Rossa. Coincidenze? Fatalità?

Quello che è certo – afferma Antonio Ottaviano per “Sud in Movimento” – è che qualcuno dovrà prendere dei provvedimenti e in particolare il segretario Emiliano dovrà fare un po’ di pulizia ammesso che ne abbia voglia. Ma si sà che per fare questo occorre anche un pochino di onesta intellettuale e politica cosa che oggi nel PD manca sia a livello locale e non.

Tra non molto – conclude Antonio Ottaviano – partirà la corsa per la presidenza della regione,quei voti “persi” potranno finalmente tornare indietro e questo Emiliano lo sa benissimo. Altrimenti che inciucio è?