Non si ferma l’attività promozionale dell’Asd Boys Taranto Basket. Il sodalizio di pallacanestro in carrozzina, contestualmente alla preparazione per il campionato di Serie B 2016-2017, continua a porre attenzione alle leve giovanili, grazie all’impulso offerto dal Progetto “In squadra per vincere” frutto della convenzione Fipic Puglia-Regione Puglia.

I fruitori del progetto, dopo aver messo in mostra le loro abilità sui “fondamentali” della pallacanestro in occasione della giornata “Giochi senza barriere” organizzata a fine settembre a Grottaglie dall’associazione “Sono e posso” di S. Giorgio Jonico, si sono ritrovati in palestra ieri pomeriggio, mercoledì 12 ottobre, alla palestra dell’Istittuto Comprensivo “Martellotta” di Taranto, per riprendere le lezioni sotto la guida esperta di Egidio L’Ingesso.

Il tecnico di caratura nazionale quest’anno si cimenta sulla panchina della prima squadra rimettendosi in gioco dopo alcuni anni di pausa, ma ha anche sposato la causa dell’Asd Boys Taranto Basket, club determinato quest’anno a “costruire” un settore giovanile, per dare a tanti giovani – e non solo – disabili la possibilità di fare attività sportiva e, perché no, trovare tra i giocatori in erba i possibili “Boys del futuro”.

Agli allenamenti si sono avvicinati dieci nuovi atleti, di tutte le età, che presto verranno tesserati con il sodalizio jonico. Alcuni di essi hanno già provato il basket in carrozzina in altre realtà locali ed ora hanno ritrovato gli stimoli per riprendere. Altri sono alla prima esperienza assoluta nel wheelchair basketball e stanno già dimostrando grande entusiasmo.

È un gruppo su cui si può lavorare serenamente per impostare un discorso a lungo termime – spiega L’Ingesso – e mi auguro che ad essi possano aggiungersi altri atleti: siamo aperti a tutti e voglaimo costruire qualcosa di duraturo nel tempo. La nostra speranza è quella di trovare un’altra palestra per effettuare almeno un’altra seduta settimanale”.

L’atavica carenza di impianti sportivi unita alla “fame” di spazi delle realtà sportive locali non facilita la ricerca di spazi idonei, tuttavia la dirigenza guidata da Domenico Latagliata non demorde e prosegue nella ricerca di nuovi impianti.