Il fine settimana della doppia trasferta calabro-sicliana finisce come da pronostico per i Boys Taranto, che perdono in casa dell’imbattuta capolista Reggio Calabria B.I.C. (69-35 il risultato per la squadra dello Stretto) e si impongono sul campo del Cus Catania (26-54), restando agganciati al treno del secondo posto, vero obiettivo stagionale ed utile per entrare nei playoff.

Viaggio agro-dolce solo per i risultati, ma non per le prestazioni, perché anche contro la One Power Reggio Latagliata e compagni si sono ben mossi, pagando dazio contro una super squadra destinata a salire in Serie A senza grandi difficoltà.
La gara di sabato sera al PalaCalafiore, infatti, ha messo in mostra una super Reggio, trascinata dal trio degli ex S. Lucia Roma Rossetti (20 punti a referto), Pellegrini (18) e Cherubini (16), coadiuvati dall’esterno lituano Rukavisnikos e dal capitano D’Anna (6 punti per entrambi). Coach Egidio L’Ingesso, partito con Donvito, Latagliata, Salvatore, Eletto e Ciaglia, è riuscito a impedire ai suoi Boys di non lasciarsi travolgere, come finora la squadra reggina aveva fatto con tutte le avversarie, riuscendo ad evitare il pressing di Cugliandro e soci, costruendo trame d’attacco interessanti. Reggio si è staccata solo alla fine del primo quarto e ha aumentato il vantaggio nei successivi. Nella seconda parte della gara, a risultato compromesso, spazio agli altri elementi del roster, per lesinare le energie in vista della gara del giorno dopo.

La gara di ieri pomeriggio al PalaArcidiacono di Catania è stata affrontata con il giusto piglio dalla squadra jonica che, schierata con lo stesso starting five del precedente impegno, ha messo subito le cose in chiaro mettendo in freezer il risultato dopo i primi due quarti, grazie ad una efficace difesa a zona. Nel secondo tempo, spazio ancora a tutti i giocatori dell’organico, che hanno fatto la loro parte (in particolare Sansolino, Todaro, ma anche Frisenda, Gallipoli e Labellarte). Ed anche oggi, come già nel confronto con gli etnei di Gabriella di Piazza giocata l’11 dicembre al “Maria Pia”, è stato Salvatore il Mattatore con 24 punti realizzati, seguito da Latagliata con 10.

La squadra è in crescita, la brutta gara interna contro Bari è già un lontano ricordo – ha commentato L’Ingesso – e sia ieri a Reggio Calabria che oggi a Catania i miei uomini hanno tenuto benissimo il campo. Ci tenevamo a fare bella figura contro la corazzata del girone, a fine gara Reggio ha riconosciuto i nostri meriti ed è una bella soddisfazione. A Catania è andata come volevamo, il lavoro in palestra effettuato negli ultimi giorni è stato positivo. Ora ci apprestiamo a vivere il girone di ritorno con grande serenità, consapevoli che le sfide con Bari e Palermo (due volte) saranno decisive per la qualificazione ai playoff, senza trascurare le altre gare”.

I Boys salteranno per turno di riposo la prima di ritorno e torneranno in campo il 18 febbraio al “Maria Pia” contro l’Olympic Basket Trapani.