S.E. Monsignor Filippo Santoro ha notificato le nuove nomine per le parrocchie della Diocesi di Taranto. Per quanto riguarda Grottaglie confermato il trasferimento di Don Giuseppe Mandrillo, nonostante la sollevazione popolare sorta nei giorni scorsi. Al suo posto arriva il vicario Sacerdote Luciano Matichecchia. Nominato, sempre nella Chiesa del Rosario, un’amministratore parrocchiale, si tratta di Monsignor Luca Lorusso.

Per meglio comprendere la figura dell’amministratore parrocchiale si può consultare il Codice di Diritto Canonico:

Can. 539 – Quando la parrocchia è vacante, oppure quando il parroco è impedito nell’esercizio dell’ufficio pastorale nella parrocchia per prigionia, esilio o confino, per inabilità o malferma salute oppure per altre cause, il Vescovo diocesano designi quanto prima l’amministratore parrocchiale, il sacerdote cioè che supplisca il parroco a norma del can. 540.

Can. 540 – §1. L’amministratore parrocchiale è tenuto agli stessi doveri e ha gli stessi diritti del parroco, a meno che il Vescovo diocesano non stabilisca diversamente.

§2. All’amministratore parrocchiale non è lecito compiere nulla che rechi pregiudizio ai diritti del parroco o che possa essere di danno ai beni parrocchiali.

§3. Al termine del suo incarico, l’amministratore parrocchiale presenti al parroco il rendiconto.

Can. 541 – §1. Quando la parrocchia diviene vacante e quando il parroco è impedito nell’esercizio della funzione pastorale, prima della costituzione dell’amministratore parrocchiale, assuma interinalmente il governo della parrocchia il vicarioparrocchiale; se essi sono più d’uno, il più anziano per nomina; se poi mancano i vicari, lo assuma il parroco che è indicato dal diritto particolare.