Dal mese di dicembre dello scorso anno l’Amministrazione Comunale ha deciso di incontrare le cinque Confraternite di Grottaglie per porre le basi di un progetto incentrato sulle attività quaresimali, gli antichi riti della Settimana Santa e la Pasqua.

All’appello hanno risposto immediatamente, e con entusiasmo, i rispettivi Priori pro tempore e il presidente del Comitato dei festeggiamenti patronali. Nei giorni scorsi si è costituito ufficialmente un tavolo di lavoro. L’obiettivo è quello di creare una comunicazione che possa: far riscoprire questi antichi riti alla cittadinanza e farli conoscere ai fruitori del cosiddetto turismo religioso. Coordinatore di questo tavolo è l’Assessore Mario Bonfrate.

Nasce un tavolo per promuovere i Riti a Grottaglie

“Dopo il primo incontro avvenuto a Dicembre ho re-incontrato le cinque confraternite martedi 7 gennaio per programmare al meglio le attività e ci siamo dati appuntamento al 21 gennaio per la presentazione del programma unico dei Riti della Settimana Santa: Sono molto contento che questa iniziativa voluta da me e da Sud in Movimento sia piaciuta alle confraternite che fino a questo momento non avevano lavorato assieme.” Dichiara Mario Bonfrate.

Negli ultimi anni una nuova linfa pervade le Confraternite: i nuovi Priori, i nuovi Consigli, i nuovi padri Spirituali stanno cercando di portare alla luce antiche usanze, vecchi riti scomparsi nel tempo. Due soggetti privati, Gir con il portale dedicato ai Riti della Settimana Santa a Grottaglie (www.bubblibubbli.it) e Sistema Museo con le visite guidate di Pathos, hanno contribuito alla diffusione delle tradizioni grottagliesi. Ma non solo: si veda anche “Miserere”, un evento che racchiude musiche sacre della passione, canti processionali e preghiere della pietà popolare che fanno rivivere le tradizioni più radicate dei grottagliesi.

“Da sempre credo che il successo di una iniziativa sia legato alla collaborazione tra i vari attori ed il coinvolgimento di Gir e Sistema Museo insieme alle confraternite determinerà un successo del percorso già iniziato da loro.” Aggiunge l’assessore.

Riti e turismo religioso

I borghi e il centro storico delle piccole cittadine del Sud Italia e quindi anche della nostra Grottaglie incuriosiscono i turisti non solo per gli scorci paesaggistici, le strutture architettoniche, i palazzi e le chiese antiche ma anche per le loro tradizioni. I Riti, quelli religiosi, a volte si mescolano a quelli pagani. Questo progetto vuole incuriosire i forestieri ma non solo, la sua ambizione percorre anche la strada di voler far riscoprire ai grottagliesi le loro antiche tradizioni.

“Come assessore al Marketing Territoriale dopo aver dato la giusta comunicazione di quanto abbiamo di bello e suggestivo a Grottaglie,  credo che sia arrivato il momento di dare al giusta attenzione anche alle nostre tradizioni e voglio iniziare con i Riti della Settimana Santa”. Continua Bonfrate.

“Dopo la presentazione del programma unico del quale l’amministrazione si farà portavoce seguiranno iniziative specifiche sui Riti come convegni a tema e si sta pensando anche ad una mostra specifica sui paramenti delle varie confraternite”.