«Ogni giorno si scoprono nuove incredibili storie riferite alla (mala) gestione delle Ferrovie del Sud Est.» E’ quanto dichiara Renato Perrini, consigliere regionale eletto nella lista “Oltre con Fitto – Conservatori e Riformisti”.

«Mentre ancora ieri – evidenzia Perrini – un altro autobus si è fermato per l’ennesima avaria, si apprende di parcelle milionarie a favore di consulenti legali esterni! Ora però si ipotizza, al momento solo come notizia di stampa, una revisione di alcuni istituti contrattuali che andrebbero a penalizzare i lavoratori. E’ appena il caso di ricordare che allo stato sono pendenti già circa 1.400 cause di lavoro, tanto per capire il livello di conflittualità già esistente. Ritengo che non sia ricevibile una proposta di ristrutturazione che parta dagli stipendi dei lavoratori. Semmai si accelerino i tempi per la nomina del commissario e, soprattutto, per il passaggio della gestione alla Regione.

In futuro – conclude Perrini – si impieghino le risorse per rinnovare il parco mezzi ed efficentare il servizio, meno per consulenze e stipendi dei supermanager!»