Mancano tre giorni per iscriversi al campionato di serie D e il Taranto piomba, a sorpresa, in una macabra situazione di stallo.

Mentre i tifosi già festeggiavano e accoglievano con gioia la nuova proprietà dei fratelli Campitiello la situazione ha assunto scenari ormai tragicomici: i due maggiori gruppi che detengono le quote di minoranza del Taranto non si sono recati dal notaio per la cessione gratuita delle quote societarie.

La situazione nello scorsa weekend sembrava ormai risolta. In queste ore invece si è tutto rimesso in discussione. Ma i tempi per le strategie ormai stanno per terminare: occorre prendere immediatamente una decisione.

La Fondazione Taras si è assunta il compito di individuare la migliore fra le proposte di acquisto nel frattempo pervenute in ordine a garanzie economiche e serietà del progetto presentato, nonché in ossequio ai principi statutari del club e della stessa Fondazione Taras.

Le operazioni di raccolta delle procure continuano anche oggi 08/07/2014, sempre presso lo Studio del Notaio Monti in via De Cesare n.61, dalle ore 09.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 19.30.

Mentre la prima squadra non riesce a sciogliere la matassa delle quote societarie il calcio, paradossalmente, a Taranto si sdoppia: è nata la Hellas Taranto, la nuova squadra che disputerà il campionato di eccellenza.