Schiarita sul fronte del porto di Taranto. Dopo le preoccupazioni dei giorni scorsi, alimentate dal mancato arrivo delle navi oceaniche e dallo stop alle attività di TCT, le due aziende confermano il loro interesse ad operare nel porto di Taranto.

La riunione tenutasi presso l’Autorità Portuale con le aziende ed i sindacati ha chiarito le rispettive posizioni ed ha fatto il punto sul futuro occupazionale nel Porto di Taranto.

Nessun disimpegno da parte di Evergreen e TCT quindi, che hanno definito come “ingiustificato” l’allarme sui livelli occupazionali e sui volumi di traffico dello scalo ionico. Di fatto però al momento si tratta di parole e buoni propositi, e si attende quindi di vedere i fatti concreti.