Ormai è una festosa tradizione: nella serata di sabato (17 settembre) si è tenuta la cerimonia per i riconoscimenti agli iscritti all’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto che si sono distinti per l’anzianità di appartenenza.

Nel corso della serata Gianluca Buemi, presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto, ha così premiato gli agronomi Michele Antonacci, Martino Minardi, Giuseppe Rochira e Mauro Ostuni per i venticinque anni di iscrizione all’Ordine.

Dopo aver ringraziato per il suo sostegno il “presidente emerito” Raimondo Lanzo, che fino tre anni addietro aveva retto le sorti dell’Ordine per oltre 40 anni,  il presidente Gianluca Buemi ha poi tracciato un primo bilancio delle attività recenti.
Non si poteva che partire dal nuovo PSR 2014-2020 della Regione Puglia, del quale sono stati già pubblicati i primi bandi, sul quale l’ordine degli Agronomi ha da tempo avviato un confronto serrato con la Regione, anche tenendo incontri per sottoporre quesiti e osservazioni «ma non posso, purtroppo, non evidenziare – ha stigmatizzato Gianluca Buemi – la scarsa disponibilità dell’amministrazione regionale a raccogliere i nostri suggerimenti».

Gianluca Buemi ha poi ricordato l’obbligatorietà della formazione per tutti gli agronomi, il rispetto della quale è stato favorito dall’Ordine con una offerta formativa che, solo nei primi mesi di quest’anno, ha visto organizzare eventi per oltre cento ore formative, mentre entro dicembre sono stati già pianificati altri incontri per ulteriori cinquanta ore. Nell’occasione, inoltre, Gianluca Buemi ha invitato gli agronomi a stipulare la polizza assicurativa obbligatoria, adempimento previsto anche dal nuovo PSR 2014-2020.

il presidente Gianluca Buemi ha concluso annunciando che l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto «è intenzionato a continuare lo sforzo, già in atto da tempo, per fornire una più puntuale informazione ai colleghi, anche grazie al gruppo WhatsApp, e per promuovere le nostre attività mediante l’impiego dei social network, con il profilo Facebook, e il rinnovato portale web all’indirizzo www.agronomitaranto.net».