San Marzano
Pubblicità in concessione a Google

Il 18 e il 19 marzo sono giorni di festa nella piccola cittadina di San Marzano: si festeggia il santo Patrono San Giuseppe.

Pubblicità in concessione a Google

Dalla fine del 1800 si rinnova ogni anno una festa ricca di tradizione e storia. 

La Vigilia di san Giuseppe a San Marzano

La vigilia di San Giuseppe, il 18 marzo, lungo la via che taglia e percorre tutta la città si snoda la processione delle fascine: carri, cavalli, uomini, donne e bambini tutti insieme per portare la legna che brucerà in un grande falò.

La tradizione vuole che la mattina della vigilia venga benedetto il pane nella chiesa centrale. Dalle ore 15 poi dovrebbe partire la processione delle fascine con 40/50 carri trainati da cavalli e un migliaio di persone con dei tralci, dei tronchi o rami d’ulivo sotto al braccio. La processione percorre circa 3 km, passando per la centralissima via Roma, fino a giungere nella zona periferica dove in serata sarà acceso lo zjarre madhe, “il fuoco grande” secondo la lingua arbereshe.

La festa patronale

Il 19 è festa patronale. In mattinata vengono benedette le “mattre”, tavole imbandite di ogni ben di Dio, posizionate nel centro della piazza. Piatti e pietanze tipiche del luogo offerte ai visitatori, turisti e curiosi della festa.

Polpette fritte rigorosamente al sapore forte di pecorino. Orecchiette condite con il sugo di braciole, cotto lentamente per ore nella terracotta direttamente sul fuoco vivo. E poi finocchio, catalogna e tanto tantissimo pane. Le famiglie più tradizionaliste hanno cucinato da questa mattina all’alba le pietanze da offrire ai passanti, solo dopo la benedizione e il passaggio del simulacro di San Giuseppe.

Ecco alcune immagini dagli archivi della GirWebTV:

San Marzano San Marzano San Marzano

Qui invece un video del 2008:

Pubblicità in concessione a Google