Il segretario regionale del Pd Michele Emiliano usa un social network per dare un secco “altolà” alle all’ipotesi di larghe intese per l’elezione del presidente della Provincia.

Tanto nei giorni scorsi la direzione provinciale del PD era stata accusata da qualcuno di riunirsi in “segrete stanze”, tanto il segretario regionale (e, don dimentichiamolo, probabile candidato alla presidenza della Regione) da pubblicità alla sua posizione, supportando chi – nel PD, ma non solo – ritiene che il centrosinistra debba scegliere il suo candidato al suo interno.

Condivido preoccupazioni di chi teme alleanze anomale in Puglia. Chiederò alla direzione regionale di candidare ovunque presidenti di centrosinistra”. Scrive Emiliano, ed aggiunge – tanto per essere chiaro – “Daremo indicazione di candidare ovunque sindaci di centrosinistra. Speriamo che vi vadano bene e che li votiate”.

Di certo non basterà un tweet di Emiliano a mettere tutti d’accordo, la situazione a Taranto è abbastanza complessa, a partire dalla autocandidatura del sindaco di taranto, Ippazio Stefano, ancora formalmente in corsa, che avrebbe l’appoggio di SEL e di una parte della minoranza del PD.

Stefano potrebbe (ma il condizionale è d’obbligo) ritirare la sua candidatura in presenza di un altro candidato di centrosinistra, ma l’accordo ancora non c’è. Dopo il faccia a faccia nei giorni scorsi con il segretario provinciale del PD Musillo, Ippazio Stefano dovrebbe incontrare i sindaci dei comuni della provincia per definire una strategia comune.

A meno di un mese dal voto il centrosinistra sembra essere ancora in alto mare, mentre il centrodestra – sornione, sta a guardare.