A seguito dell’incontro di Partenariato PSR 2014-2020 della Regione Puglia del 6 novembre scorso, Confagricoltura Puglia prende atto delle relazioni fornite dal presidente Michele Emiliano e dal direttore del Dipartimento Gianluca Nardone.” E’ quanto dichiara in una nota l’associazione datoriale, che constata lo sforzo organizzativo che la Regione, solo in quest’ultimo periodo, ha voluto fornire al Piano di Sviluppo Rurale funzionalmente al raggiungimento del target di spesa per il 2019.

Lazzàro: “Speriamo si raggiungano i risultati annunciati”

«Ci auguriamo profondamente – dichiara il Presidente di Confagricoltura Puglia Luca Lazzàro – che la Puglia raggiunga, o addirittura superi, il target di spesa al 31 dicembre di quest’anno, così come sostenuto dal presidente Emiliano e dal direttore Nardone nell’ultima riunione di Partenariato. Diversamente, sarebbe veramente un danno che l’agricoltura pugliese e tutte le aziende che attendono i pagamenti da anni non possono permettersi e, soprattutto, non si meritano».

PSR Puglia: “Alla scadenza mancano pochi giorni”

«Come sempre abbiamo fatto – prosegue il presidente Lazzàro evidentemente non convinto sino in fondo dalle rassicurazioni ricevute dai vertici regionali – vigileremo affinché gli impegni che assume il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano vengano realmente mantenuti, ricordando a lui e a noi stessi che la dead line per permettere alla struttura dell’Assessorato di chiudere le istruttorie ed arrivare ai pagamenti entro il 31 dicembre è, in realtà, il 5 dicembre, da cui ci separano pochissimi giorni».

Confagricoltura Puglia: “Ritardi inspiegabili sulle istruttorie”

«Comunque – continua Lazzàro con una evidente nota polemica – rimaniamo impressionati nel rilevare che un lavoro che pare si possa espletare in qualche mese, così come il presidente Emiliano sostiene, non sia stato portato a termine in oltre 3 anni».