Novanta logopedisti e cinquanta tecnici della Riabilitazione psichiatrica sono in arrivo nelle strutture della ASL di Bari per fornire più assistenza sul territorio e per assicurare migliore qualità delle cure.

Procede spedito il piano assunzioni 2020 grazie al quale la ASL ha reclutato nuovo personale da mettere a disposizione della utenza in maniera stabile e destinato a soddisfare il bisogno di salute, spesso urgente, che proviene dalle strutture territoriali.

Nelle ultime ore la direzione generale dell’azienda sanitaria – su proposta della Area gestione risorse umane e sulla base del fabbisogno stimato- ha infatti approvato le graduatorie finali di merito per coprire i posti messi a concorso nei mesi precedenti e implementare – ricorrendo anche allo scorrimento delle graduatorie – le piante organiche dei servizi territoriali.

In particolare i 90 logopedisti assunti a tempo indeterminato saranno impiegati nei distretti e indirizzati ai servizi di Riabilitazione e Assistenza domiciliare. Andranno a rafforzare le equipe della Neuropsichiatria della Infanzia e della Adolescenza (NPIA) e quelle dei presidi ospedalieri, nelle unità di Neurologia, Otorinolaringoiatria e Riabilitazione funzionale. Mentre i 50 tecnici della Riabilitazione psichiatrica saranno assegnati al Dipartimento Salute mentale, in particolare al Servizio psichiatrico di diagnosi e cura (SPDC), al Centro salute mentale (CSM) e alla Neuropsichiatria infantile.

Uno dei servizi che sarà potenziato grazie alla assunzione di logopedisti e tecnici della Riabilitazione psichiatrica è la Neuropsichiatria della Infanzia e della Adolescenza (NPIA) che assicura assistenza specifica a bambini e adolescenti in età evolutiva (0-18 anni) con problematiche quali patologie neuromotorie, sindromi autistiche, disturbo specifico dell’apprendimento (DSA), disturbo da deficit d’attenzione e iperattività (ADHD), e disagio psichico in età evolutiva.