rifiuti-zero-Raccolta-Differenziata

La raccolta differenziata “porta a porta” partirà, a Talsano, il 12 gennaio.
Dopo la distribuzione dei kit il servizio entra nella sua fase più operativa con il diretto coinvolgimento degli utenti, che dovranno iniziare a gestire i rifiuti all’interno delle loro case. Da lunedì prossimo, quindi, a Talsano scompariranno i cassonetti stradali e i rifiuti dovranno essere conferiti rispettando giorni, ore e modalità che l’azienda ha già comunicato agli utenti.

Durante la fase di distribuzione, iniziata il 12 novembre, l’Amiu ha consegnato circa 6000 kit (4 secchielli, buste e materiale informativo) ad altrettanti utenti residenti in villette, appartamenti singoli e condomini con meno di 6 interni, circa 2500 kit (buste e materiale informativo) ai residenti dei condomini con 6 o più interni e ha portato “a domicilio” i contenitori per i 250 condomini presenti nella borgata e per le 700 utenze non domestiche.
Uno sforzo logistico che ha dovuto fare i conti con la scarsa collaborazione di qualche amministratore, figura di riferimento nel rapporto tra Amiu e condomini: ancora oggi, infatti, ce ne sono circa 20 con i quali non si riesce a stabilire un contatto.

Ma come sarà svolto il servizio?
Secondo quanto indicato nell’ordinanza recentemente emanata dal sindaco Ippazio Stefàno, i rifiuti dovranno essere posti nei contenitori corrispondenti e questi ultimi dovranno essere esposti per strada, al di fuori della proprietà privata, solo nelle ore consentite, affinché gli operatori Amiu possano provvedere al ritiro. Gli utenti che abitano in villette, appartamenti singoli o condomìni con meno di 6 appartamenti, dovranno utilizzare i 4 secchielli che compongono il kit (marrone per l’organico, giallo per plastica e metallo leggero, blu per carta e cartone, grigio per l’indifferenziato) mentre gli utenti dei condomìni con 6 o più appartamenti dovranno utilizzare i contenitori comuni (marrone per l’organico e grigio a turno per le altre tipologie di rifiuti).

La vera novità che sarà introdotta con l’avvio della raccolta differenziata “porta a porta” a Talsano (ed estesa a Lama e san Vito dove il servizio è già attivo) è il monitoraggio puntuale del servizio: gli operatori saranno dotati di smartphone con lettore di codice a barre incorporato, attraverso il quale potranno registrare la corretta o non corretta esecuzione della raccolta “porta a porta” da parte di ogni singolo utente o condominio.

Nella fase di distribuzione dei kit, infatti, ogni contenitore è stato associato all’utente o al condominio che lo utilizzerà attraverso il codice a barre che vi è stampato.

Monitorando la qualità della raccolta effettuata da parte degli utenti, quindi, l’Amiu potrà comunicare all’Amministrazione Comunale un dato utile su base annua per calcolare o meno gli sgravi Tari previsti nel regolamento vigente dallo scorso ottobre. Gli utenti maggiormente virtuosi, in sostanza, potranno ambire ad uno sconto della parte variabile della tariffa pari al 65% e per i meno virtuosi, invece, oltre all’assenza di sconti potrebbero scattare sanzioni.